Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:20
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Bruschini ci riprova con un nuovo Odg: "i narnesi non meritano di essere lasciati senza una piscina comunale"
"Quante estati dovranno trascorrere ancora i narnesi senza una piscina comunale"? A porsi la domanda è il consigliere comunale Sergio Bruschini (Forza Italia). "La piscina di San Girolamo - afferma Bruschini -, è da molto tempo una vasca vuota, immersa in un degrado che sembra avvolgerla nell’oblìo dei tempi che furono. Quello che per tanti anni è stato il punto di ritrovo estivo per migliaia di narnesi si è trasformato in un triste rudere. Ho avuto già modo in passato di parlare del fatto che il nostro comune non ha più un impianto natatorio pubblico degno di questo nome. Sono state tuttavia delle parole cadute nel vuoto. La puntuale, sistematica, laconica e sconcertante risposta pervenuta da parte della giunta ad un mio precedente odg, in cui chiedevo la predisposizione di un progetto da mettere a bando per coinvolgere eventuali privati interessati a realizzare un nuovo impianto, è stata che 'a Narni una piscina comunale esiste già ed è quella del villaggio di Nera Montoro'. Così mi sono visto votare contro il mio ordine del giorno. E' dunque calata una pietra tombale sulla possibilità di veder realizzata una nuova struttura? Sembrerebbe proprio di si, sebbene l'amministrazione comunale continui ad inserire il progetto di una nuova piscina nel Piano delle Opere Pubbliche, arrivando ad ipotizzare una sua improbabile costruzione nel 2023. La cosa sconcertante - sottolinea Bruschini -, è che nessun progetto, nessuna ipotesi di localizzazione è presente nè viene presa in considerazione. Quante altre estati, allora, dovranno trascorrere prima che i narnesi possano tornare a bagnarsi in un impianto natatorio degno di questo nome? La giunta De Rebotti si appresta a concludere il suo mandato ed é quindi inutile sperare che possa prendere in considerazione la possibilità concreta di poter realizzare un progetto di un nuovo impianto. Compito di chi verrà sarà dunque quello di porlo tra i suoi obiettivi prioritari. C'è un 'però'. Perchè, nonostante questa consigliatura sia ormai nella fase conclusiva del suo mandato, io non ho nessuna voglia di mollare e quindi rilancio. L'attuale Consiglio ha la facoltà di far sentire la propria voce nei confronti di una giunta finora sorda, per questo torno a presentare un nuovo ordine del giorno nel quale chiedo di finanziare ed affidare la progettazione del nuovo impianto, prevederne la localizzazione e di predisporre il bando di partecipazione pubblico-privato della sua realizzazione e gestione".
9/8/2021 ore 2:53
Torna su