Venerdì 30/07/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Servizio antincendio: il Comune si appoggia ai propri volontari e non alla Prociv Arci, Bruschini (Fi) chiede il perchè
Chiede le ragioni in base alle quali il Comune ha deciso di affidare il servizio antincendio di una recente manifestazione al gruppo di protezione civile comunale piuttosto che alla Prociv Arci. Sergio Bruschini (Forza Italia) chiede spiegazioni di quanto avvenuto a sindaco e giunta. "A Narni è iniziata - afferma -, la stagione degli eventi, con tutta una serie di spettacoli che si svolgeranno nelle diverse location della città. Alcune di queste sono al chiuso e la presenza di pubblico presuppone un'attenta vigilanza di personale addetto per gestire la sicurezza ed il servizio antincendio. A tale proposito la macchina organizzativa comunale ha avuto sempre come valido supporto, in quanto formati all'uopo con corsi e certificazioni appropriate, i volontari della Prociv Arci. Tant’è che l'amministrazione comunale ha predisposto proprio per queste evenienze un'apposita convenzione con la stessa associazione. Nella convenzione è specificato, ovviamente su richiesta dell'amministrazione, che per i suddetti servizi l'associazione deve fornire la presenza minima di 3 volontari con attestato di idoneità per addetti alla prevenzione incendi, rischio elevato con tutti i relativi dispostivi di protezione individuale previsti. Ora - sottolinea Bruschini -, risulta che ad una recente manifestazione svoltasi al chiuso e con la presenza di un numeroso pubblico, l’amministrazione abbia ritenuto di non rivolgersi alla Prociv Arci come previsto dalla convenzione, ma al gruppo comunale di protezione civile. Viene da chiedersi perché, in presenza di una convenzione, si sia ritenuto opportuno non utilizzarla, non tenendo conto della professionalità acquisita e della disponibilità certificata dei mezzi che hanno in dotazione dei volontari di Prociv Arci per svolgere al meglio il servizio. Chiedo quindi - conclude Bruschini - se, visto che si è inteso procedere con il coinvolgimento del solo gruppo comunale, se gli stessi 'Dpi' previsti per queste occasioni (guanti, casco, stivali,maschera, sahariana ecc) siano stati regolarmente utilizzati e se questi dispositivi sono effettivamente in possesso anche degli operatori impiegati; questo a garanzia della loro sicurezza e di quella del pubblico presente alla manifestazione".
18/6/2021 ore 2:25
Torna su