Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:59
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Sanità, Eleonora Pace: "rispondiamo con i fatti a chi sta cercando di creare scompiglio"
Sanità in Umbria. Negli ultimi giorni sono stati numerosi gli interventi, riguardanti questo argomento, di vari esponenti politici regionali e locali. In particolare si è parlato della chiusura del punto di primo soccorso dell'ospedale di Narni. Sulla questione interviene Eleonora Pace, consigliere regionale (FdI) e presidente della Commissione Sanità. "Avrei preferito - afferma Pace -, utilizzare il tempo per lavorare alla risoluzione dei problemi che riguardano la nostra regione piuttosto che dover ribadire ancora una volta quanto già spiegato in una specifica informativa che ho tenuto nel corso dell’ultimo consiglio comunale nel pieno esercizio anche delle mie funzioni di consigliere comunale di Narni. Cosi Eleonora Pace risponde ai comunicati "scomposti" di alcune forze politiche narnesi in merito alla riapertura del punto di primo intervento di Narni e all’attuazione del progetto di riorganizzazione presentato ai professionisti e alla comunità durante l’estate alla presenza dell’Assessore Regionale Luca Coletto e del Commissario Straordinario della Asl 2 Massimo De Fino. "Dispiace constatare - prosegue il Consigliere Regionale -, come alcune forze politiche, dopo aver ricevuto risposte alle domande poste durante l’ultimo consiglio comunale di giovedi 17 settembre, abbiano inviato, in maniera del tutto strumentale, comunicati stampa volti solo ed esclusivamente a creare scompiglio, ed a cercare di destabilizzare professionisti e fruitori del nostro nosocomio. Tralasciando la polemica politica, che in questa fase poco mi interessa, mi preme mettere 'nero su bianco' lo stato dell’arte della riorganizzazione che riguarda l’ospedale di Narni e quello di Amelia, al fine di sgomberare il campo da illazioni e processi alle intenzioni che finiscono per sminuire un lavoro lungo ed articolato che stiamo facendo da mesi, in sinergia con i professionisti dei due ospedali al fine di riorganizzare, dopo anni di depotenziamenti ed incuria, i nostri presìdi. Come ricordato più volte - sottolinea Pace -, il lavoro di riprogrammazione svolto in questi mesi ha trovato compimento alla fine di agosto, dove dopo una riunione tecnico organizzativa, si è articolato un cronoprogramma delle prime attività da porre in essere al fine di iniziare a dare seguito alla nuova organizzazione. Nello specifico mi riferisco all'attivazione dei punti di primo intervento nei due presidi per codici bianchi e codici verdi h12, all'attivazione di due nuove ambulanze con autista ed infermiere, una per Narni ed una per Amelia, all'attivazione di un’auto medicalizzata, inizialmente con autista e medico a cui verrà aggiunta, quanto prima, anche la figura infermieristica, all'accorpamento in una prima fase dei reparti di degenza della medicina di Amelia e Narni, nella medicina di Narni, al fine di consentire lavori di adeguamento della medicina nel presidio di Amelia. Questa prima fase - continua Pace -, è iniziata il 14 settembre, con l’auspicio di essere ultimata entro la fine del mese. Ci tengo a precisare - aggiunge il consigliere -, che ad oggi, il punto di primo intervento di Amelia è già attivo, l’accorpamento temporaneo della medicina nella sede di Narni è già attivo, il computo metrico dei lavori da eseguire ad Amelia è già pronto ed a giorni sarà fatta la manifestazione di interesse per individuare la ditta esecutrice. Sono, invece, in itinire, ma parliamo di tempi brevissimi, ragionevolmente entro la fine del mese di settembre, l’attivazione delle nuove ambulanze già autorizzate con delibera datata 3 settembre 2020, l’attivazione del punto di primo intervento di Narni con i medici resi disponibili dalla nuova organizzazione del 118 e l’attivazione della nuova auto medicalizzata e del nuovo percorso del trasporto secondario. Non appena terminati i lavori ad Amelia - conclude la Pace -, avverrà il passaggio delle attività di medicina 'post-acuzie' presso quella sede e prenderanno il via a Narni i lavori di modifica per accogliere la riabilitazione neuromotoria e cosi via per tutte le attività previste dal progetto. Nel contempo, perché non va dimenticato che l’emergenza coronavirus non è affatto terminata, si sta lavorando per mettere in sicurezza i presìdi per la prevenzione e sorveglianza, allestendo un’area destinata al pre-triage presso i due ospedali, anche in considerazione dell’arrivo della stagione invernale, durante la quale non è pensabile lasciare i pazienti in attesa dell’ingresso alle intemperie e contestualmente si è in attesa dell’espletamento della gara per un sistema di tamponi rapidi al fine di essere ancora più tempestivi nell’individuazione di potenziali pazienti asintomatici. Questi sono i fatti - chiosa il Consigliere Regionale -, il resto è demagogia e polemica sterile di coloro che, invece di riflettere sugli errori del passato, cercano ancora di confondere le acque, gettando discredito su chi faticosamente cerca di risanare i fallimenti del passato".
21/9/2020 ore 2:45
Torna su