Domenica 21/04/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nuovo ospedale di Cammartana, M5S Narni-Amelia-Terre Arnolfe: "Basta con le prese in giro"
"Nuovo ospedale di Cammartana: Basta con le prese in giro. E basta con i cittadini costretti a emigrare per fare interventi e visite specialistiche". A parlare è samuele Minciarelli a nome del gruppo territoriale M5S Narni-Amelia-Terre Arnolfe. "Centinaia di persone - afferma Minciarelli - hanno preso parte sabato scorso a Cammartana per dire basta alle bugie, le ipocrisie e le prese in giro sul nuovo ospedale. Il gruppo territoriale M5S Narni-Amelia-Terre Arnolfe esprime vicinanza e partecipazione alla mobilitazione indetta dalle forze sindacali a sostegno della costruzione del nuovo nosocomio di Narni-Amelia. Tantissime sono state le persone scese in piazza per la manifestazione, a sostegno della battaglia in difesa della sanità pubblica nel comprensorio amerino-narnese. Gli abitanti dell'Umbria del sud - continua Minciarelli - non meritano questa disparità di trattamento. Da ormai 40 anni assistiamo a un balletto fatto di rimpalli di responsabilità, burocrazia, mancanza di fondi, ma, soprattutto, assenza di volontà politica nel voler equiparare il nostro territorio, che conta oltre 50 mila abitanti, al resto della regione. In tante altre parti dell'Umbria nel frattempo sono state costruite nuove ed efficienti strutture ospedaliere, nelle quali i cittadini del comprensorio narnese-amerino sono costretti ad emigrare per interventi o visite specialistiche, nell'indifferenza di chi governa la Regione. Negli ultimi decenni - sottolinea Minciarelli - abbiamo sentito parlare di fondi mancanti, poi reperiti e spariti nuovamente, fondi Cipe, mutuo Asl 2, project financing, fondi Pnrr e infine di fondi Inail. Alla fine, però, i conti non tornano. Ne hanno preso atto i cittadini, le organizzazioni sindacali, i sindaci di Narni, Attigliano, Avigliano Umbro, Guardea e Lugnano in Teverina. Emblematiche le parole del sindaco di Attigliano, Daniele Nicchi, esponente del centrodestra che ha rimarcato la sua presenza alla manifestazione in virtù dell'importanza che riveste quest'opera sul territorio, che deve prescindere da interessi politici e partitici, in quanto la sanità pubblica è un bene di tutti. Purtroppo di questo non ne prendono atto gli altri rappresentanti politici del centrodestra, colpevolmente assenti, in primis l'assessore regionale Enrico Melasecche e la sindaca di Amelia, nonché presidente della Provincia di Terni, Laura Pernazza. Quest'ultima, in particolare, ha recentemente citato un incontro avvenuto lo scorso 2 febbraio alla presenza di esponenti politici regionali, provinciali e dei sindaci di Narni ed Amelia, dove sostanzialmente non è stato fatto nessun passo avanti, ma si è parlato dei soliti abboccamenti burocratici che da decenni ci sentiamo ripetere, specialmente con l'arrivo delle tornate elettorali. Gli abitanti dell'Umbria del sud - conclude Samuele Minciarelli - non meritano questa disparità di trattamento e queste prese in giro".
(nella foto di Ternitoday, un momento della manifestazione organizzata da Cgil, Cisl e Uil sabato 17 febbraio a Cammartana)
21/2/2024 ore 4:15
Torna su