Giovedì 29/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni verso le elezioni: nel centrodestra vacilla la candidatura a sindaco di Lorenzo Filiberti
La candidatura a sindaco di Lorenzo Filiberti per la coalizione di centrodestra non sarebbe affatto scontata. A riportare la notizia, riguardante la smentita di quello che Narnionline aveva anticipato nei giorni scorsi, è l'edizione odierna del "Corriere dell'Umbria". In un articolo a firma Cesare Antonini, in edicola oggi, viene spiegato che Filiberti potrebbe non essere il nome definitivo riguardo al candidato dei partiti dell'attuale minoranza. "Il centrodestra è ancora senza candidato a sindaco - si legge nell'articolo -, mentre il 3 aprile le primarie del centrosinistra decideranno il nome tra Lorenzo Lucarelli e Marco Mercuri". Ed ancora: "Lorenzo Filiberti non ha accettato la candidatura che, invece, era stata data per certa da più parti. Non era esattamente una 'boutade', anzi. Pare che alcuni gruppi di interesse siano confluiti sul nome dell’attuale presidente della Prociv Arci che abbia subito messo d’accordo le forze del centrodestra. Lo stesso Filiberti non era di certo estraneo ad alcuni ragionamenti ma, forse, qualcuno deve aver accelerato notevolmente i processi ed essere giunto a conclusione che, però, era a quel punto differente dello stesso esponente della Prociv. Il lavoro, l’impegno con il volontariato e la gestione di 120 elementi sul territorio oltre ad affari personali, devono aver fatto desistere il candidato 'quasi' trovato. Tutto da rifare, quindi. E per il centrodestra non c’è neanche un nome in circolazione adesso. Insomma se prima si brancolava nel buio, dopo questa occasione persa, i problemi potrebbero essere aumentati. A meno che non ci sia un’altra trattativa in piedi che è rimasta sotto traccia. In effetti abbiamo sempre scritto che i tempi andavano accelerati e chi partiva per primo col nome giusto avrebbe avuto un vantaggio non indifferente nella campagna elettorale".
25/3/2022 ore 11:35
Torna su