Giovedì 29/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo, Forza Italia: "sono passati solo quattro mesi e le corsie ciclabili sono già sbiadite"
Il consigliere comunale Sergio Bruschini (Forza Italia) descrive la situazione che si sta verificando lungo alcuni tratti delle corsie ciclabili realizzate dal Comune a Narni Scalo. "La giunta comunale - afferma Bruschini -, aveva dato grande enfasi all'iniziativa con la quale aveva deciso di disegnare una nuova ed avveniristica segnaletica orizzontale lungo le strade più importanti di Narni Scalo. Una vera e propria rivoluzione del traffico e di tutto il sistema viario che lo scorso settembre venne accolta con non poco disappunto da molti cittadini. Una rivoluzione della viabilità che, francamente, in questi mesi non ha prodotto alcun risultato, se non quello di vedere disegnate in terra delle corsie che raramente vedono transitarvi sopra delle persone in bicicletta. Attualmente c'è, tuttavia, un problema che supera di gran lunga quello riguardante la decisione dei nostri amministratori di ridurre drasticamente gli spazi delle carreggiate perv fare posto alle corsie ciclabili, ed è quello riguardante lo 'sbiadimento' che sta interessando le piste 'rosse' fatte disegnare dal Comune meno di cinque mesi fa. Basta farsi un giro per via Tuderte, ma anche in altre vie di Narni Scalo, per notare come siano tanti i tratti dove il colore rosso stia diventando di un rosa pallido o stia addirittura scomparendo, facendo riaffiorare il grigio dell'asfalto sottostante. Tutto questo - conclude Bruschini -, lascia presagire che a breve l'usura del tempo possa far scomparire del tutto corsie, scritte e disegni. A questo punto si tratta di capire come i nostri amministratori pensano di porre rimedio al problema, considerando che la realizzazione delle corsie ciclabili è costata ai contribuenti, ovvero i cittadini narnesi, diverse migliaia di euro".
31/1/2022 ore 3:25
Torna su