Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: cambia il parroco a Sant'Antonio, don Angelo D'Andrea prende il posto di don Stefano Monai che andrà ad Otricoli
Tempo di avvicendamenti in diocesi. Il vescovo Piemontese ha disposto alcuni spostamenti all'interno delle parrocchie che insistono sul comprensorio narnese. Ad essere interesate sono le parrocchie di Sant'Antonio, quella della Quercia e quella di Otricoli. A Narni Scalo don Stefano Monai, il sacerdote che da otto anni ricopriva la carica di parroco di Sant'Antonio e da quattro anni anche della chiesa della Quercia, lascerà il posto a don Angelo D'Andrea. Il passaggio ufficiale ci sarà verso la fine di ottobre, ma intanto le nomine sono state decise. Don Stefano verrà trasferito ad Otricoli, dove l'attuale parroco, don Lisnardo Morales Serrano, dovrebbe prendere il posto di don Angelo D'Andrea nella chiesa di Campomicciolo di Terni. Don Stefano ha accolto con obbedienza le disposizioni del vescovo e si appresta a diventare il nuovo parroco di Otricoli. A Narni Scalo lascia tanti bei ricordi e rapporti di stima e di affetto con i parrocchiani che si sono consolidati nel tempo.
Don Angelo D'Andrea era già stato parroco a Narni dal 2009 al 2013. In quella occasione il vescovo gli aveva affidato le sorti della Cattedrale di San Giovenale e Cassio. A distanza di sette anni don Angelo torna nel narnese, questa volta con l'incarico di gestire le parrocchie di Sant'Antonio e quella della Quercia. Un incarico importante, in una comunità parrocchiale addirittura più numerosa di quella del capoluogo. Un incarico che don Angelo ha accolto con grande piacere. "Da poche ore - ha scritto il sacerdote sul suo profilo social -, è ufficiale la notizia del nuovo servizio a cui sono chiamato: pastore e parroco nelle due comunità parrocchiali di Narni Scalo (Sant'Antonio di Padova) e la Cerqua (dedicato a Maria Santissma). Tanti pensieri si affollano nella mia mente. Tanti i sentimenti altalenanti nel cuore, tanta gratitudine per la tanta brava gente che ho incontrato in questi ventidue anni di servizio sacerdotale".
21/9/2020 ore 16:15
Torna su