Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:17
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, parte la sfida fra Pd e Psi per le "Primarie" del 3 aprile: Lucarelli contro Mercuri
Saranno due settimane importanti e decisive per il centrosinistra narnese. Da oggi, infatti, il Partito Democratico ed il Partito Socialista si daranno battaglia in vista delle "Primarie" in programma domenica 3 aprile. A queste consultazioni si è arrivati, per la prima volta nella storia politica cittadina, dopo l'alzata di scudi fatta dai Socialisti i quali avevano provato a chiedere al Pd di farsi da parte per consentirgli di candidare un loro esponente per la carica di sindaco di Narni. Il Pd ha detto di "no", ma alla fine ha comunque accettato di giocarsi la candidatura attraverso le "Primarie".

SARA' UNA SFIDA INEDITA: UN GIOVANE CONTRO UN POLITICO MATURO
Il Pd presenta Lorenzo Lucarelli, quarantenne narnese cresciuto nelle fila del partito. Lucarelli è assessore nella giunta uscente e negli ultimi anni si è fatto le ossa preparando la sua candidatura a sindaco in vista dell'appuntamento elettorale di maggio (o giugno). Sul fronte opposto troviamo Marco Mercuri, sessantaduenne, con un'esperienza politica importante maturata in tanti anni di militanza nel partito. Due storie molto diverse, per questioni sia anagrafiche che di percorsi politici.

LUCARELLI PARTE FAVORITO
A pesare sugli esiti delle "Primarie" del 3 aprile saranno i numeri. Lucarelli appare decisamente favorito, non foss'altro per il potenziale che è in grado di esprimere il Partito Democratico che è pur sempre il primo partito del territorio e che può contare su una organizzazione molto capillare e strutturata. Se ci mettiamo anche che, con ogni probabilità, a scendere in campo a fianco del candidato Pd ci sarà anche il sindaco uscente Francesco De Rebotti, è chiaro che per Lucarelli le possibilità di vincere aumentano e non di poco.

MERCURI E LA SUA GRANDE OCCASIONE
Almeno sulla carta, dunque, Mercuri parte svantaggiato. I socialisti a Narni hanno il loro elettorato, ma non può bastare questo a bilanciare il confronto con l'esponente avversario. Tuttavia in una consultazione anomala come può essere quella delle "Primarie", potrebbero entrare in gioco altri fattori, vedi quelli riguardanti il fatto che a votare Mercuri potrebbero essere anche dei cittadini che fino a ieri non hanno mai dato la loro preferenza ai socialisti. Per questa ragione Mercuri, sostenuto dai suoi più stretti compagni, si sta impegnando molto sul fronte della promozione. Per lui questa è un'occasione importante che non vuole assolutamente perdere.

ALLE PRIMARIE POSSONO VOTARE TUTTI
Va ricordato, dunque, che ogni cittadino, purchè in regola con la propria tessera elettorale, potrà recarsi alle urne domenica 3 aprile, in uno dei 14 gazebi che verranno allestiti a Narni centro ed in tutte le frazioni ed esprimere il proprio voto, a favore dell'uno o dell'altro candidato. Una possibilità questa che potrebbe in qualche modo condizionare gli esiti del voto. Ad esempio ci sarà da vedere, nell'ambito del confronto Lucarelli-Mercuri, cosa decideranno di fare i simpatizzanti del Movimento 5 Stelle, che da poco hanno deciso di allearsi con la sinistra, e gli eventuali elettorali del centrodestra. Staremo a vedere.
21/3/2022 ore 3:43
Torna su