Venerdì 27/01/2023
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:01
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, ospedale, Lucarelli: "Bene i fondi Inail, ma si evitino lungaggini e tentennamenti"
"Accogliamo positivamente la notizia dell’inserimento dei nuovi ospedali di Terni e di Narni-Amelia tra quelli valutabili per il finanziamento Inail, previsto dal decreto del presidente del consiglio dei ministri, ma rimaniamo ancorati alla realtà”. Lo dice il sindaospedaleco di Narni, Lorenzo Lucarelli, commentando la notizia di questi giorni. "Si parla di 'candidature' di investimenti – specifica Lucarelli - per i quali ora è necessario conoscere il responso e la capacità economica e strutturale di Inail nel farsene carico. È importante quindi ora conoscere iter, criteri e tempi di valutazione perché sarebbe imperdonabile perdersi in questa fase in lungaggini, inerzie e tentennamenti. Ci sono, inoltre, fondi già previsti per il nuovo comprensoriale Narni-Amelia e solo dopo aver acquisito la certezza del finanziamento Inail si può pensare ad un diverso impiego di quelli già stanziati". Per Lucarelli quindi "occorre velocemente imboccare, finalmente, tutte le istituzioni insieme, la strada di un impegno operoso e fortemente operativo affinché quanto prima possano iniziare i lavori. I due nuovi ospedali, fortemente integrati e complementari, potranno rappresentare i fulcri di una forte qualificazione del nostro sistema sanitario". Il sindaco ribadisce che "il nuovo ospedale territoriale, obiettivo comune con la comunità amerina, ha senso solo se fortemente integrato e complementare con quello di Terni, qualificato sempre più ad alta specialità. Allo stesso tempo – aggiunge - auspico che la riorganizzazione prevista in questa fase per le due attuali strutture di Narni e di Amelia, per le quali va garantita subito piena efficienza e complementarietà, guardi proprio al raggiungimento di una futura piena integrazione. In questo modo – conclude Lucarelli - potremo offrire servizi territoriali che, evitando campanilismi, siano in grado di mantenere quale obiettivo prioritario la salvaguardia della salute dei cittadini".
21/10/2022 ore 15:12
Torna su