Venerdì 19/07/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: nasce un gruppo di giovani socialisti, esordio con una mostra al Digipass dal titolo "I ribelli al confino"
Nasce Narni un gruppo di giovani socialisti. A darne notizia è la consigliera comunale del Psi Eleonora Fociani. All'iniziativa è stato dato il nome di "La primavera socialista a Narni. Giovani socialisti crescono". "Uno slogan - spiega la Fociani -, che si richiama ai valori universali della democrazia politica, della solidarietà, della pace, della non violenza, del dialogo e dell’opposizione ad ogni forma di totalitarismo e intolleranza. Come obiettivi ci poniamo quello di impegnarci per l’affermazione di forme più alte d’eguaglianza sociale e tutela dell’ambiente e delle singole individualità nel perseguimento dell’interesse generale, nei campi d’intervento dell’economia, della salute, del lavoro, dell’informazione, per promuovere la diffusione di una cultura multietnica. I giovani socialisti - continua Eleonora Fociani - intendono favorire l’ampliamento del potere di rappresentanza dei giovani attraverso la predisposizione di strumenti e progetti finalizzati ad una maggiore conoscenza ed energica difesa dei loro diritti. Essi si prefiggono di contribuire ad una nuova unità di tutte le forze di ispirazione socialista e riformista. La 'Primavera socialista a Narni' raccoglie l’eredità storica della Federazione Nazionale Giovanile Socialista, fondata nel 1903. Tante sono le idee che i giovani socialisti, con entusiasmo e determinazione, cercheranno di trasformare i progetti e momenti di incontro, dialogo e dibattito. Uno dei primi impegni li vede accanto all’Anppia (Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti) con una mostra che verrà allestita nella sala Digipass presso il Palazzo dei Priori di Narni, dal 3 al 12 marzo. La mostra ha come titolo 'I ribelli al confino' e si compone di 18 pannelli tematici che narrano le vicende dei confinati dal regime fascista nell'isola di Ventotene, privati della libertà e degli affetti. Esclusi dalla vita politica ed obbligati alla sorveglianza fascista. Tra essi ci fu Sandro Pertini, settimo Presidente della Repubblica Italiana e Umberto Terracini, Presidente dell'Assemblea costituente. Uomini e donne antifascisti, costretti al confino di polizia che riescono, nell'indigenza e nel terrore ad autorganizzarsi dedicandosi a lavori artigiani. Il catalogo della mostra contiene anche una storia a fumetti 'Nel frattempo un'altro Tempo'. Ringraziamo - conclude la Fociani -, il Presidente Anppia Terni, nonché dirigente nazionale, Alberto Piccioni, per averci messo a disposizione la mostra".
2/3/2023 ore 3:35
Torna su