Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:34
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: mozione dei consiglieri del Psi Novelli e Ricci sulla chiusura del pronto soccorso cittadino
A quando la riapertura del punto di primo soccorso dell'ospedale di Narni? A chiederselo sono i consiglieri comunali del Psi federico Novelli e Caludio Ricci. I due hanno affidato ad una mozione inviata al sindaco la loro richiesta. "Lo scorso 12 marzo - si legge nel documento -, la direzione dell'azienda Usl Umbria 2 ha disposto la chiusura temporanea dei punti di primo soccorso degli ospedali di Narni e Amelia, dove sono rimaste attive solo le postazioni del servizio 118. Il provvedimento è stato disposto a causa dall’emergenza Covid-19 e al fine di garantire la sicurezza dei pazienti e degli operatori ed evitare situazioni potenzialmente a rischio di diffusione del contagio da coronavirus nelle due strutture. Da tre mesi tutti cittadini dell’intero comprensorio narnese-amerino che necessitano di tali prestazioni sono costretti a rivolgersi al pronto soccorso del "Santa Maria" di Terni o a quello di Orvieto. L’aggravio di accessi al pronto soccorso di Terni, già oberato di suo, è stato notevole in questo periodo al pari del disagio cui sono sottoposti i cittadini, sia in termini di distanza che, soprattutto, di attese e disservizi. Analoga sorte - continuano Novelli e Ricci -, è toccata ai servizi ambulatoriali. Se tali provvedimenti erano necessari in piena epidemia, oggi che i nostri dati epidemiologici registrano da giorni zero contagi, che sono state disposte le riaperture di tutte le attività, è assurdo che essi siano mantenuti in vigore. Eppure è così, dal momento che tali servizi non sono ancora stati ripristinati. Peraltro negli ultimi tempi sono circolate voci che lascerebbero presagire una chiusura dei punti di primo soccorso fino al 31 dicembre di quest'anno o, addirittura, una loro soppressione. La chiusura di questo servizio - sottolinenano gli esponenti del Partito Socialista -, sarebbe l’ennesimo tassello di una scellerata politica di svuotamento dei servizi sanitari offerti dal nosocomio narnese che non può essere tollerata. E’ incomprensibile che la Usl Umbria 2 e la Regione non facciano chiarezza, sommando al disagio che arrecano ai cittadini l’alimentare una incertezza sul futuro dei nostri servizi territoriali che sono già stati abbastanza depauperati. Tutto ciò premesso si chiede che il Consiglio Comunale di Narni esprima la propria contrarietà alla chiusura definitiva del punto di primo soccorso dell’ospedale di Narni ed impegni il Sindaco e la Giunta a chiedere alla Usl Umbria 2 ed alla Regione di riattivare tutti i servizi temporaneamente sospesi, fornendo un calendario certo della loro ripresa".
8/6/2020 ore 4:15
Torna su