Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune affida ad una "Ati" composta da quattro aziende la gestione del sistema turistico-museale della città
E’ stata assegnata dal Comune la gestione del sistema turistico-museale della città di Narni. Esso comprende la Rocca Albornoz, il Museo di Palazzo Eroli, il complesso del San Domenico con l’auditorium Bortolotti, il teatro comunale Giuseppe Manini e l’area ex refettorio e Infopoint di Palazzo dei Priori. La commissione giudicatrice di gara, dopo la valutazione dell’offerta tecnica ed economica, ha assegnato l’appalto per sei anni all’Ati composta da 'Opere srl' (mandataria), 'Freud srl', 'Archeoares snc' e 'Associazione Culturale Ingranaggi'. "E’ un passo molto importante - ha detto l’assessore a turismo e cultura Lorenzo Lucarelli - verso la promozione integrata dei beni turistico-museali della nostra città. Abbiamo portato a termine un’operazione per certi versi innovativa per il nostro territorio, coinvolgendo privati con notevoli esperienze a livello nazionale nel settore della produzione culturale, della gestione di beni turistici e museali e dell’organizzazione di eventi e spettacoli. Narni – ha sottolineato l’assessore - possiede un patrimonio di ottimo livello e per alcuni aspetti esclusivo, soprattutto se coniugato con le bellezze naturalistiche e paesaggistiche di cui dispone. Integrare i beni culturali e turistici tra loro e connetterli con le Gole del Nera, i percorsi trekking e il resto delle bellezze naturali del territorio – sostiene - può essere una delle carte vincenti per promuovere Narni a livello nazionale. I nuovi gestori – ha concluso Lucarelli - vantano esperienze e curriculum di spessore a livello italiano e questa è una garanzia che noi ci auspichiamo possa essere messa a frutto anche a Narni per far crescere e sviluppare questa nuova esperienza".
17/4/2021 ore 3:03
Torna su