Mercoledì 25/05/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Bruschini (FI): "Pd, Socialisti e la commedia delle 'Primarie', una vera presa in giro per i loro elettori"
La ritiene una "commedia messa su ad arte, buona solo a prendere in giro l'elettorato di centrosinistra". Sergio Bruschini (Forza Italia) si mostra irritato per "il finto litigio messo in piedi da Pd e Psi". "L'idea delle 'Primarie - insiste Bruschini -, appare come un 'Coup de theatre' organizzato ad arte per dare la possibilità ai Socialisti di uscire dignitosamente di scena dopo il 'rumore' fatto quando questi hanno minacciato di voler andare da soli se non gli fosse stato concesso di candidare il loro aspirante sindaco". "La cosa - continua Bruschini -, ci era parsa da subito poco credibile, tuttavia, ci eravamo illusi che i Socialisti stavolta avessero davvero avuto il coraggio di staccarsi dal Pd, presentando un loro candidato sindaco e di mantenere fede alle loro 'minacce'. Così non è stato ed ora ci sentiamo raccontare la 'favoletta' delle 'Primarie'. E' evidente che, ancora una volta, su tutto ha prevalso il 'potere' di un partito, il Pd, che, sia pure sotto nomi diversi, governa Narni e vorrebbe continuare a farlo. Ed il Pd mai accetterebbe di essere messo in secondo piano e di cedere lo scettro del comando a chicchessia. Eppure l'operazione proposta dai Socialisti, se avesse avuto un seguito, avrebbe certamente rappresentato un vero segnale di novità e di possibile cambio del paradigma politico narnese. Invece - sottolinea Bruschini -, quelle 'Primarie', che oggi ci vengono presentate come un segnale di 'grande novità', altro non sono che 'un'uscita di sicurezza' che permette al Psi narnese, dopo il tentativo di 'fuga in avanti', di poter rientrare nei ranghi senza fare una brutta figura. Perchè appare scontato che il pur coraggioso gesto dei Socialisti ben poco potrà contro la grande differenza in termini di serbatotio di voti che può vantare il Partito Democratico. Chiunque può rendersi conto che facendo le 'Primarie' che vedono contrapposte due forze politiche così sbilanciate, a vincere sarà sicuramente il Pd. Ed allora ci chiediamo cosa succederà all'alleanza di centrosinistra dopo queste consultazioni. A parere nostro, è stato fatto tanto rumore per nulla, ma tutto fa gioco in questo inizio di campagna elettorale dove il vero segnale di cambiamento non è certo quello rappresentato dalla semplice sostituzione di un candidato del Pd con uno del Psi. Da parte nostra, e parlo del centrodestra unito e compatto, siamo pronti a presentare un candidato che avrà il sostegno di tutti i partiti. Siamo pronti al confronto, convinti che stavolta potrà finalmente avvenire quel cambiamento auspicato da anni da moltissimi narnesi che non aspettano altro che di assistere ad un vero cambio di rappresentanza politica alla guida della città".
9/3/2022 ore 3:15
Torna su