Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Mole di Narni, Bruschini (FI): "bacino pericoloso, con assembramenti di persone, rifiuti gettati ovunque e zero controlli"
Sergio Bruschini (Forza Italia) torna a parlare delle "Mole" ed a ribadire la criticità di una "non gestione e non controllo" di quei luoghi. "I pericoli alle 'Mole' - osserva Bruschini -, aumentano ogni giorno che passa. Ora, accanto alle insidie determinate dalle improvvise piene che possono mettere a repentaglio l'incolumità dei bagnanti, dobbiamo registrare quella della totale mancanza di rispetto delle norme anti-Covid. Nei giorni scorsi alle 'Mole' si sono date quotidianamente appuntamento decine di persone, che hanno fatto il bagno nonostante il divieto e si sono accalcate per ore lungo le sponde dell'invaso, non rispettando minimamente le norme previste dal distanziamento sociale. I problemi alle 'Mole' - sotolinea Bruschini -, sono anche altri: non ci sono servizi igienici, se non, credo, un solo bagno chimico gestito non si sa da chi e con quale assidua manutenzione; quindi, se qualcuno ha delle urgenze fisiologiche è spesso costretto a risolverle in modo 'autonomo', magari andandosi a nascondere dietro a qualche 'fratta'. Alcuni incivili che frequentano questi luoghi non hanno poi alcun rispetto per l'ambiente. Arrivano fanno il bagno (ad onta del divieto scritto sui cartelli), prendono il sole, mangiano, bevono e poi gettano dove gli capita cartacce, bottiglie di vetro, lattine ed altro. Il sindaco di Narni, che ben conosce questa situazione, è stato invitato a fare maggiori controlli ed a prendere finalmente la decisione di far gestire il complesso a qualche società specializzata con un bando da pubblicare ad hoc. Ad oggi, però, di questo bando, pur promesso, non se ne ravvisa traccia. Di sicuro esso permetterebbe una gestione volta a garantire la sicurezza e l'incolumità delle persone, la manutenzione, la pulizia ed un sano sfruttamento a fini turistici del luogo. C'è poi - aggiunge Bruschini -, un altro problema, che si registra nei giorni di grande afflusso, con decine di auto che vengono lasciate in sosta vietata anche ai lati della ex statale Ortana, creando situazioni di pericolo per la viabilità". Bruschini riferisce anche altri episodi di una certa gravità: "Da qualche tempo - afferma il capogruppo di Forza Italia -, nella zona di Stifone, c'è chi ha preso l'abitudine di tuffarsi dalla passerella nel sottostante fiume Nera, dando luogo a delle vere e proprie 'gare'. Si tratta di comportamenti di una pericolosità inaudita. Anche in questo caso, la gente compie determinati gesti perchè è consapevole che l'intera zona è terra di nessuno, dove non ci sono controlli di sorta. Cosa aspettano ad intervenire i nostri amministratori? Forse che accada un incidente?".
20/8/2020 ore 3:15
Torna su