Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 12:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Mancati finanziamenti con i fondi Pnrr, il vice sindaco Mercuri: "bubbole mediatiche dell'opposizione"
Marco Mercuri, vice sindaco e assessore, spiega le ragioni per le quali Narni non ha ottenuto i finnziamenti con i fondi Pnrr. "In merito ad un articolo recante la firma di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega, riferito all'immediato mancato finanziamento dei progetti, presentati dal comune di Narni per ottenere i fondi del Pnrr, vorrei tranquillizzare i cittadini sulle motivazioni che hanno determinato la cosa. Nel contempo voglio anche invitare i consiglieri delle forze politiche di minoranza ad informarsi, prima di dare notizie inesatte e gettare ombre sul corretto operato degli amministratori comunali e degli uffici competenti. È umano ignorare ma non accettabile la disinformazione. Parliamo di rigenerazione urbana, per la quale il Comune di Narni aveva presentato ben cinque progetti. L’ammontare del contributo attribuito a ciascun ente è stato determinato dal decreto del 30 dicembre 2021 a favore dei comuni che presentano un valore più elevato dell’indice di vulnerabilità sociale e materiale (Ivsm). In parole semplici e comprensibili, vulnerabilità sociale e materiale significano vivere in una condizione di incertezza, suscettibile di trasformarsi in vero e proprio disagio economico e sociale. Unicamente- continua Mercuri -, attraverso un indicatore proposto da Istat, è possibile stimare per ciascun territorio la sua vulnerabilità, a partire dalle caratteristiche di chi ci abita. Più è alto, maggiore è il rischio di disagio e vulnerabilità in quella zona. Se inferiore a 97 il territorio ha un basso indice di vulnerabilità, tra 97 e 98 il rischio è medio-basso, tra 98 e 99 rischio medio, tra 99 e 103 rischio medio-alto, sopra 103 rischio alto. Il Comune di Narni ha un rischio calcolato in 97,80. Ne consegue che i progetti riferiti al Comune di Narni sono stati ammessi, ma non immediatamente finanziati, unicamente perché il nostro territorio è stato considerato non eccezionalmente vulnerabile, cioè stiamo molto meglio di altri. Pertanto - conclude il vice sindaco -, secondo i parametri Istat siamo fortunati a vivere in un territorio non in estrema sofferenza come purtroppo versano altri territori. A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, potrebbe essere riferito ai consiglieri di minoranza che cercano, come per loro consuetudine, di accaparrarsi consensi attraverso bubbole e terrorismo mediatico".
22/1/2022 ore 2:25
Torna su