Mercoledì 08/02/2023
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:45
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Manca sangue al "Santa Maria": l'appello dei responsabili dell'Avis comunale e provinciale
“Le scorte stanno scendendo sotto i livelli di guardia per tutti i gruppi sanguigni e in particolare per lo zero positivo. E all’ospedale di Terni c’è di nuovo il rischio del blocco dell’attività ordinaria elle sale operatorie e delle terapie oncologiche”. Mauro Tosi e Patrizio Fratini, che guidano l’Avis provinciale e quella comunale di Terni, sono costretti a chiamare a raccolta i donatori. “Si tratta di una carenza estiva generalizzata e per questo non si riesce a trovare sangue da altre parti. Il Sit di Terni ha richiesto con assoluta urgenza presso la nostra sede un incremento di donazioni - aggiunge Fratini. Ai nostri soci chiediamo la disponibilità a recarsi in ospedale muniti di mascherina, dalle 7,15 alle 8,30, dal lunedì al sabato”. L’appello di Avis segue quello del direttore del servizio immunotrasfusionale del “Santa Maria”, Augusto Scaccetti: “Abbiamo assistito ad una accentuata diminuzione delle donazioni proprio nel periodo in cui il fabbisogno di emocomponenti cresceva, in quanto l’ospedale ha ripreso tutte le attività e sta completando il recupero delle procedure chirurgiche sospese durante il lockdown. Stiamo utilizzando tutte le misure per evitare gli sprechi e le attività terapeutiche e chirurgiche stanno proseguendo, ma non possiamo permetterci di correre rischi scendendo sotto le scorte minime e mettendo in crisi l’autosufficienza aziendale e regionale”.
Per prenotare la donazione, oltre al numero 0744.205679 del Sit, Avis mette a disposizione il numero 329.2147049.
20/8/2020 ore 14:09
Torna su