Giovedì 26/05/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Luca Tramini (M5S Narni): "troppi atti vandalici al Parco dei Pini, è ora di fare qualcosa"
Luca Tramini (M5S) torna sugli atti vandalici che sono stati commessi di recente presso alcune strutture di Narni Scalo. "Poche settimane fa - afferma il consigliere comunale -, era toccato al Campo di Atletica dell’Avis, giorni fa ad essere preso di mira sono stati i locali della sede Arci all'interno dell'ex bocciodromo. E’ evidente che l'area del Parco dei Pini sia diventata una zona calda e la soluzione è solamente una: valorizzarla, farla tornare a vivere e soprattutto potenziare l’impianto di tutela con le videocamere. Ci siamo passati - continua Tramini -, e lo abbiamo vissuto anche sulla nostra pelle, quando insieme all’Associazione Narnia2014, all’Avis, al Comune ed ad altre realtà, abbiamo provato a rimettere in funzione il vecchio campo da 'Street Basket' all’interno del Campo Sportivo. I danni e gli atti vandalici non hanno tardato ad arrivare e non sono stati pochi; tuttavia siamo riusciti nell’obiettivo, grazie alla voglia di fare della parte buona della nostra città. I problemi nascono dall'utilizzo della nuova sala polivalente e dalla chiusura dell’ex scuola di musica, che hanno lasciato un evidente vuoto nella parte alta del Parco dei Pini. Oggi queste strutture hanno un evidente bisogno di essere valorizzate e vissute, perché se rimangono abbandonate a sé stesse ecco quali sono i risultati. Avevano provato a dare un pò di vita i pensionati dell’Ancescao, chiedendo la stanza per poter fare scuola di canto e ballare la sera ma davanti ad una richiesta economica spropositata hanno dovuto rinunciare. Sono anni che proviamo a suggerire soluzioni, anche grazie alle proposte di diversi privati che si erano affacciati con proposte e con l’idea di avviare attività che dessero vita a quella parte del parco. Il covid, purtroppo, ha rallentato tutto ma adesso è ora di pensare al futuro, iniziare a vedere oltre questo inverno, rompere con il passato e trovare nuove strade per tutta la struttura dell’ex bar e circolo e per il Parco dei Pini".
18/1/2022 ore 2:25
Torna su