Sabato 20/07/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:12
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
La narnese Esilde Agaci nella "Top 100" delle donne imprenditrici redatta dalla rivista "Food"
Un riconoscimento importante quanto prestigioso. E' quello che la rivista "Food" ha dedicato all'imprenditrice narnese Esilde Agaci. "Food" è un prodotto editoriale a carattere nazionale, che esce in edicola e viene anche spedito in abbonamento. Si tratta di una rivista totalmente focalizzata sul settore agroalimentare. Essa, come si legge sul sito ufficiale, "analizza casi di successo in Italia e all’estero e da oltre 25 anni è il punto di riferimento della 'Community' alimentare italiana". Ogni mese "Food" propone analisi di mercato esclusive, strategie di successo, 'Case history', interviste a protagonisti ed 'Opinion leader' del settore, ricerche delle società di consulenza più quotate e molto altro. Nell'ultimo numero, come spiegato in apertura, "Food" ha dedicato un servizio alle 100 donne imprenditici che, attraverso una indagine, sono risultate le più qualificate. Ebbene tra queste c'è anche la signora Esilde Agaci, una donna molto conosciuta sul nostro territorio in quanto da decenni è a capo di strutture che riguardano la grande distribuzione alimentare. La nostra concittadina è in classifica insieme a delle imprenditrici che lavorano con aziende che portano il nome di: Berlucchi, Amadori, Antinori ed Esselunga, tanto per fare dei nomi. La signora Esilde non si aspettava minimamente di diventare "famosa" e quando ha aperto la rivista ha avuto una grande sorpresa nel leggere il suo nome in quella speciale classifica. Ovvio che si tratta di un riconoscimento che le ha fatto un grande piacere, perchè in qualche modo la ripaga dei sacrifici e dell'enorme impegno che lei profonde da tanto tempo nella sua attività imprenditoriale. Un'attività cominciata nei primi anni settanta, quando Esilde, allora molto giovane, lavorava in uno dei negozi di alimentari dei fratelli Tordi. A Narni, coloro che hanno superato la cinquantina, si ricordano bene di quella piccola catena di alimentari sparsa tra il centro storico e lo Scalo. Esilde lavorava proprio a Narni Scalo, più esattamente nel negozio Tordi che si trovava in fondo a via della Doga, a poche decine di metri dal Santuario. Lì rimase fino a quando i titolari decisero di cedere l'attività. Fu in quella occasione che ebbe inizio la carriera di Esilde la quale al posto della liquidazione accettò di prendere in gestione quella grande bottega che gestì per molti anni, fino a quando ebbe l'idea di aprire il supermercato Conad in via del Parco. Fu da quel momento che la signora Esilde entrò a far parte della Pac 2000 la grande catena che gestisce oggi decine di punti vendita Conad in Italia. Via del Parco cominciava a diventare piccola come realtà; ecco, allora, che Esilde pensò che era arrivato il momento di allargarsi e di aprire l'attuale "Conad Superstore", situato in piazzale Comencini. Per molti anni la signora Agaci ha continuato a gestire sia il suo vecchio Conad che il nuovo "Superstore", fino a quanto ha deciso di lasciare ai suoi ex dipendenti il punto vendita di via del Parco e di continuare, insieme a suo figlio ed all'altro socio, l'attività a piazza Comencini. Da molto tempo la signora Esilde è presidente del Consiglio di Amministrazione di una importante azienda che opera all'interno di Pac 2000 ed è grazie alle sue capacità imprenditoriali che le è stato conferito questo importante incarico. La sua decennale esperienza nel settore, ma anche la lungimiranza e la grande passione che ha sempre mostrato di avere per il lavoro, le vengono riconosciuti a livello nazionale. Essere entrata nella classifica delle 100 migliori donne imprenditrici è una ulteriore conferma della bravura di questa nostra concittadina, la cui voglia di stare in mezzo alla gente, all'interno di un esercizio commerciale, è rimasta quella di una volta, vale a dire la stessa di quando era la giovane commessa di quel negozio dei fratelli Tordi che si trovava in fondo a via della Doga, a due passi dalla ferrovia.
25/1/2021 ore 3:55
Torna su