Sabato 25/09/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
I carabinieri arrestano uno spacciatore e gli sequestrano un'auto ed una moto, in casa aveva 150 grammi di cocaina e 7mila euro in contanti
I carabinieri hanno arrestato un 36enne con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Le indagini erano state avviate dai carabinieri di Amelia a seguito del decesso di un giovane sul finire del 2020. I militari avrebbero accertato che l'uomo riforniva di droga clienti residenti nella zona compresa tra Montecastrilli, Avigliano e San Gemini. Il 36enne di origini romane che si era da tempo trasferito in zona. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Amelia, insieme a quelli della stazione di San Gemini, per un determinato periodo di tempo hanno osservato i movimenti ed i comportamenti dell’uomo. "Il 27 aprile scorso - fanno sapere dal comando priovinciale dell'Arma -, all’esito di un controllo, i militari con l’ausilio dei Carabinieri Forestali di Amelia, sono intervenuti presso l’abitazione del romano già noto alle forze dell’ordine. Nel corso di una perquisizione hanno trovato 150 grammi di cocaina e quasi 7mila euro in contanti. Lo stupefacente è stato recuperato in un fosso della zona boschiva adiacente l’abitazione, ben nascosto all’interno di un secchiello sotterrato. Il 36enne è stato tratto in arresto, a seguito del quale il Magistrato di Sorveglianza di Spoleto ha applicato conseguentemente la custodia in carcere per una pena residua da scontare". Le attività dei carabinieri non si sarebberno concluse. I militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Amelia hanno intrapreso una serie di accertamenti patrimoniali infierendo un altro colpo al pusher romano. "L’uomo - prosegue il comunicato -, benchè disoccupato, nel giro di 14 mesi era riuscito ad acquistare un’autovettura Audi A3 ed una motocicletta Harley-Davidson per un valore complessivo di circa 24mila euro. Tali mezzi venivano quotidianamente utilizzati, dallo spacciatore, per raggiungere i suoi acquirenti. Per tali ragioni entrambi i mezzi sono stati posti, con l’avallo della competente Autorità Giudiziaria, sotto sequestro al fine di valutarne la confisca da parte dell’Erario".
31/7/2021 ore 14:55
Torna su