Giovedì 29/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:01
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Elezioni Anello: la parola ai Priori dei terzieri di Mezule, Fraporta e Santa Maria
A circa due settimane dalle elezioni che porteranno alla nomina del presidente dell'associazione Corsa all'Anello, abbiamo chiesto ai responsabili dei tre terzieri anrnesi di fare alcune considerazioni. Di seguito le dichiarazioni di Cesare Antonini (Mezule), Andrea Massarelli (Fraporta) e Marco Matticari (Santa Maria).
Antonini (Mezule): è necessario fare quadrato e collaborare
"Siamo di fronte ad una consultazione elettorale molto particolare per il rinnovo delle cariche dell’Associazione Corsa all’Anello che, durante il suo mandato ha intercettato la pandemia globale. Il virus ha lasciato strascichi importanti in tutte le associazioni coinvolte sotto tutti i punti di vista e di questo ne siamo assolutamente consapevoli. Tutti hanno lavorato in emergenza e non possiamo che essere soddisfatti di quanto fatto in questi ultimi due anni, anche se avremmo preferito stilare ben altri bilanci e vivere la Festa che amiamo e di cui siamo ancora molto innamorati. I tempi per la costruzione della nuova Associazione, purtroppo, sono stretti e non hanno aiutato molte criticità che hanno afflitto tutti gli addetti ai lavori della festa in onore a San Giovenale. Qualche segretario c’ha abbandonato, qualcuno prenderà il posto dei dimissionari anche se non è proprio questo il momento ideale per fare 'community' e attrarre nuovi personaggi e protagonismi. Va tanto di moda il senso di responsabilità e, in questa fase, è necessario fare quadrato tutti insieme e collaborare con la speranza di organizzare una Corsa all’Anello nella sua versione classica, quella cresciuta a livelli di qualità altissimi e che c’ha fatto appassionare e innamorare. Noi Mezulani siamo sempre molto critici, lo sappiamo, ma perché crediamo fortemente nella nostra Festa e pretendiamo il massimo da tutti. Negli 'spogliatoi' saremo sempre duri con noi stessi ma ci saremo sempre con serietà e disponibilità come sempre abbiamo dimostrato in questi anni. In mezzo a tante difficoltà in questi ultimi anni l’Associazione Corsa all’Anello, di cui facciamo parte, è riuscita sempre ad offrire un ottimo prodotto e dobbiamo ripartire da quanto di buono è stato fatto. Auspichiamo sempre più collaborazione tra tutti gli addetti ai lavori e i contradaioli per uscire definitivamente dalla pandemia e restituire (e restituirci) la vera Corsa all’Anello. In bocca al lupo a tutti".
Massarelli (Fraporta): massima unità di intenti tra l'Ente centrale ed i terzieri
Per il terziere Fraporta è il Priore Andrea Massarelli a parlare. Lo fa a nome anche di Giuseppe Ratini, il Priore Capo. "Ringraziamo il comitato direttivo uscente dell'Ente Corsa all'Anello - dice -, per il lavoro svolto nell'ultimo triennio. Durante questi tre anni ci sono state anche delle incomprensioni e persino qualche 'scontro', ma non si può non riconoscere il buon lavoro svolto da tutti i componenti del direttivo. Il momento non era facile; l'Ente si è insediato in un momento particolare, c'è stato lo sconvolgimento statutario di tutta l'organizzazione della Corsa e poi la pandemia. Il direttivo uscente è da elogiare per le tante cose positive che ha portato avanti. Ha creato il nuovo 'Campo dei giochi' ed ha organizzato eventi in streaming apprezzati da tanti, anche a livello nazionale. Per quanto riguarda il futuro - aggiunge Massarelli -, crediamo che il nuovo direttivo dovrà saper contare sull'apporto di tutti e tre i terzieri, perchè solo attraverso una collaborazione stretta con essi potrà trovare giovamento. In questa fase emergenziale non è più il momento di andare avanti a 'compartimenti stagni'. E' necessario trovare una unità di intenti forte e duratura. Solo in questo modo si potranno superare le difficoltà. Ci auguriamo che anche gli altri terzieri si uniformino a questa nostra convinzione. L'unione e la collaborazione tra terzieri e l'ente centrale faranno il bene della festa e quindi di Narni. C'è, insomma, la necessità di accogliere e non di escludere. Sappiamo tutti che in questa fase c'è carenza di persone. Impegnarsi offrendo la propria candidatura richiede responsabilità. Le incombenze cui si va incontro sono tante, al pari della burocrazia. Ognuno di noi lo deve fare per Narni e per la nostra festa".
Matticari (Santa Maria): ci vuole tanta motivazione per ripartire bene dopo gli ultimi due anni
"Finalmente abbiamo la data. Ora ci vogliono le persone disponibili a ricoprire sia il ruolo di presidente che quello dei segretari responsabili dei vari settori. Non è una questione da sottovalutare, perché ci vuole conoscenza della Corsa all'Anello, grande disponibilità di tempo e capacità di supportare i Terzieri, ma anche di dare indicazioni chiare da seguire. Negli ultimi anni, al netto della pandemia, ci sono state molte evoluzioni: il nuovo campo gara, una comunicazione più evoluta e presente nelle nuove piattaforme, laboratori rivolti ai rievocatori, affermazione di iniziative culturali, investimenti, buoni esiti di bandi che hanno portato preziose risorse economiche. Spero che il nuovo direttivo prosegua su questa strada e anzi rilanci ancora di più. Serve tanta motivazione per ripartire bene dopo questi due anni trascorsi e non sarà semplice, ma i Terzieri e l’Associazione Corsa all'Anello devono agire stimolandosi reciprocamente. Ci serve di tornare a progettare in grande prima possibile e quindi è fondamentale essere sensati, avere idee chiare e condividerle tra i referenti dei vari settori".
4/2/2022 ore 3:25
Torna su