Venerdì 27/01/2023
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Comincia all'insegna del "fair-play" l'avventura della nuova giunta Lucarelli
E' stato un primo consiglio comunale all'insegna del fair-play. Una seduta caratterizzata da un clima di rispetto reciproco fra tutti i protagonisti. A partire dai cinque consiglieri dell'opposizione che, a parte qualche frecciatina lanciata all'indirizzo di Luca Tramini, "reo" di aver abbandonato l'opposizione per unirsi con "quelli che fino a poco tempo fa erano stati suoi avversari politici", hanno tutti voluto augurare il meglio al sindaco Lorenzo Lucarelli ed ai suoi collaboratori. Con un pensiero speciale rivolto alle donne: le due assessore Alessia Quondam Luigi e Silvia Tiberti, fino alle sette consigliere, quattro sui banchi della maggioranza e tre su quelli dell'opposizione. E' durato due ore e mezzo il primo appuntamento ufficiale riguardante la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale di Narni e la presentazione dei cinque assessori scelti da Lucarelli. Tanti gli interventi che hanno in qualche modo costretto il sindaco a rimandare alla prossima seduta la presentazione delle linee programmatiche. C'è stato un apprezzamento generale per la scelta di Michele Franciolli quale presidente del Consiglio. Difficile in questi casi che l'affidamento di un incarico importante quale è quello assegnato a Francioli venga votato all'unanimità da tutti i consiglieri. E' accaduto giovedì pomeriggio a Narni dove gli stessi consiglieri di minoranza hanno rivolto parole lusinghiere nei confronti del nuovo presidente. Anzi, c'è stato anche chi, ha voluto sottolineare che avrebbe gradito di più vedere Francioli nelle file degli assessori piuttosto che a dirigere le operazioni del massimo consesso cittadino. Insomma un apprezzamento generale per il neo presidente che da parte sua ha ovviamente gradito questi attestati. "Con il nostro voto alla nomina di Francioli - ha detto Sergio Bruschini di Forza Italia - abbiamo voluto dare un segno di disponibilità verso un lavoro fatto in sinergia tra noi e la maggioranza, per il bene di Narni. Francioli lo abbiamo apprezzato nel ruolo di presidente di Seconda Commissione e a lui riconosciamo la serietà e la capacità di stare sopra le parti nel rispetto di ruoli, tempi e procedure". Il neo presidente, si è commosso, nel ricordare che "oggi, accettando questa nomina, ho preso il posto del mio papà, che 25 anni fa è stato presidente del Consiglio".
LUCARELLI: I FIORI ALLE DONNE DI CONSIGLIO E GIUNTA, POI LE SUE PRIME PAROLE DA SINDACO
Il sindaco Lucarelli ed il presidente Francioli hanno iniziato la cerimonia di insediamento del nuovo Consiglio Comunale con un omaggio floreale rivolto alle 9 rappresentanti donne: due in giunta e sette sugli scranni del Consiglio. Poi le prime parole ufficiali pronunciate nella sede più importante del palazzo: "Voglio salutare - ha detto Lucarelli -, tutte le cittadine ed i cittadini che questa sera hanno voluto essere presenti a questa prima seduta del consiglio comunale. Un saluto al presidente di questo Consiglio, a tutte le consigliere e i consiglieri, con i quali iniziamo un percorso di cinque anni che sarà molto importante per la nostra città. Non vi nascondo che sono emozionato, perché questo è un momento che ha in sé anche una forte carica simbolica. È il momento in cui io, insieme ai consiglieri e agli assessori incominciamo il nostro impegno pubblico nei confronti della collettività. Abbiamo tutti una grande responsabilità. Sarò il sindaco di tutte le narnesi e i narnesi, di quelli che hanno scelto il nostro progetto amministrativo come pure di quelli che hanno preferito altre proposte; ma anche di tutti quei narnesi che, per molte ragioni, hanno scelto di non recarsi alle urne. Molti hanno manifestato una critica profonda; c’è un astensionismo che cresce anno dopo anno se non un rifiuto verso la politica e chi amministra la cosa pubblica. Di sicuro tra le cose che certamente i cittadini non sopportano più, c’è il linguaggio, urlato, sempre sopra le righe, che al confronto e alle proposte preferisce l’insulto e il dileggio dell’avversario politico anche se devo dire che i toni sono stati molto corretti in questa campagna elettorale. Si tratta di linguaggio e toni che non mi/ci sono mai appartenuti e che ho sempre criticato e sempre criticherò. Sono certo, come accaduto negli ultimi anni, che in questo consiglio non accadranno mai fatti del genere e che il confronto politico, anche aspro, sarà sempre svolto con toni civili e nel solo interesse dei cittadini. Dobbiamo convincere i cittadini più scettici che candidarsi alla carica di consigliere comunale è un atto d’amore per la propria città e che il voto è un elemento fondamentale di partecipazione. Da oggi - ha proseguito il sindaco -, è il momento di lavorare tutti assieme per il futuro della nostra città. Dobbiamo farlo in armonia e collaborazione, tra di noi e con le altre istituzioni come abbiamo fatto negli scorsi anni. Oggi inizio il mio mandato. Questa è l’occasione per ringraziare tutti quelli che mi hanno dato la loro fiducia. In particolare mi corre l'obbligo di ringraziare le tante persone che hanno lavorato per portare avanti l'attività delle cinque liste che hanno sostenuto la mia candidatura. Sento la grande responsabilità che mi è stata affidata, spero di essere all’altezza dei tanti illustri ed amati personaggi che mi hanno preceduto. Ci aspettano delle sfide importanti – ha aggiunto Lucarelli –. Per la prima volta, dopo tanti anni, grazie al Pnrr, avremo a disposizione ingenti risorse per rispondere alle sfide dei nostri tempi migliorando la qualità della vita dei nostri cittadini, modernizzando le infrastrutture, creando nuove opportunità di lavoro e di sviluppo". Poi una considerazione di una così alta presenza di quote rosa in Consiglio. "Mi piace sottolineare - ha detto Lucarelli - , la presenza di tante donne in consiglio comunale che daranno un contributo importante al confronto. Esorto tutti i consiglieri e le consigliere a lavorare assieme prima di tutto per il bene di Narni. Sono convinto che il confronto sia il sale della democrazia e il nostro obiettivo è il bene di tutta la città e della nostra comunità".
GLI INTERVENTI DI ALCUNI CONSIGLIERI
Gianni Daniele (Lega) ha richiamato l’attenzione su numerosi temi caldi. Da quello riguardante il degrado in cui versano il castello di San Girolamo, l'ex colonia delle Grazie e l'ex mattatoio comunale, alla rotonda mai realizzata di Ponte San Lorenzo ed alla mancanza di una piscina in tutto il territorio comunale. Poi Daniele ha voluto sottolineare il fatto che "Il vero vincitore delle ultime elezioni è stato l’astensionismo". "Sono onorata di essere - ha detto Cecilia Cari -, stata eletta in consiglio. Sarà un percorso entusiasmante e formativo. Onore ai vincitori. Da parte mia il massimo impegno".
Arianna Antonini (M5S) ha sottolineato il fatto che "è un successo il fatto che i Cinque stelle siano per la prima volta al governo della città in provincia di Terni. E' questo un primo esempio di 'Campo largo'. Sentiamo forte la responsabilità, sosteniamo il nostro assessore Tramini". Rebecca Poggiani, capogruppo Fdi, ha denunciato come i cittadini siano sempre meno protagonisti del proprio destino: "Il fatto che in tanti non si siano recati alle urne - ha detto -, rappresenta una sconfitta per noi che rappresentiamo le istituzioni. Il nostro sarà un approccio critico ma concreto. Serve coraggio ed è necessario uscire dalla superficialità". Il consigliere Lorenzo Bonifazi (Lista Lucarelli Sindaco) ha esortato la maggioranza a fare bene. "Siamo - ha detto -, la prima linea delle istituzioni. Per quanto mi riguarda sono felice di rappresentare i civici ed un gruppo giovane. Dobbiamo imparare a guardare alle grandi sfide, come quella riguardante il clima. Insieme potremo fare molto per la nostra Narni". Per quanto riguarda la nomina va ricordato il ruolo di vice presidente del Consiglio, assegnato allo stesso Lorenzo Bonifazi ed a Rebecca Poggiani.
8/7/2022 ore 3:15
Torna su