Mercoledì 12/06/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:20
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Calvi dell'Umbria: tanta gente ha partecipato ai festeggiamenti in onore di San Pancrazio, soddisfatti gli organizzatori
Una gran bella edizione, che si è chiusa tra la soddisfazione generale degli organizzatori e dei cittadini. La festa di San Pancrazio, patrono di Calvi dell'Umbria, è tornata ai suoi vecchi fasti e nei quattro giorni di rievocazioni ha potuto contare sulla presenza di centinaia di persone che hanno gremito il centro storico della cittadina posta ai confini fra Umbria e Lazio. Sin dall'11 maggio, benchè gli eventi coincidessero con delle giornate che per i non calvesi erano "feriali", Calvi si è popolata della presenza di tantissima gente. Belle tutte le principali rievocazioni: l'Incontro delle quattro Contrade che si è svolto al "Casone", la cerimonia della "Vestizione" degli "Stendardi" che ha regalato immancabilmente grandi emozioni alle centinaia di persone che la sera dell'11 erano presenti in piazza Mazzini. E poi le altre rievocazioni del giorno del patrono, 12 maggio, iniziate la mattina con la "Messa del Signorino" celebrata dal vescovo Francesco Antonio Soddu che vedeva per la prima volta la festa calvese e che è rimasto particolarmente colpito da essa. La "partenza" del primo "Signorino" e del primo "Gonfaloniere" per il monte San Pancrazio ed il ritorno, avvenuto nel pomeriggio, hanno caratterizzato questa giornata al culmine della quale c'è stato il "Battaglione" dei "Signorini" a cavallo. Non sono mancati i momenti di carattere "ricreativo" come la Tombola e gli spettacoli pirotecnici (la sera dell'11 e del 12) che erano ben visibili anche da località lontane delle province di Terni, Viterbo e Rieti. Poi altri spettacoli come quello musicale di sabato 14 maggio ed un film-documentario sulla Calvi dei primi anni '80, proiettato nell'arena dei giardini del Monastero la sera di domenica 15; due eventi seguiti da molte persone. Un encomio particolare lo meritano i tanti calvesi (e non solo) che hanno indossato i costumi della festa dando ancora una volta la possibilità di formare un corteo molto nutrito e bello da vedersi. Un corteo che può contare sulla presenza di circa 130 figuranti. Bravissimi i musici del gruppo comunale e quelli degli Sbandieratori di Calvi, con questi ultimi che hanno accompagnato in corteo tutti i momenti della festa. Insomma i festeggiamenti 2022 vanno in archivio tra la soddisfazione della Pro Loco e del Comitato, i due enti che hanno dato vita all'evento. Da apprezzare il grande apparato formato dai volontari che con la loro presenza hanno reso perfetto il funzionamento della festa. Senza dimenticare i gruppi di protezione civile, le associazioni locali ed i volontari che hanno lavorato in taverna e nel forno attiguo, coloro che si sono impegnati per allestire gli addobbi della piazza e quelli che hanno coordinato tutte le uscite del corteo.
17/5/2022 ore 13:15
Torna su