Mercoledì 28/09/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:43
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Bruschini (FI): "a Narni tasse troppo alte, cittadini costretti a pagare il massimo delle aliquote"
Una critica dura, riguardante le tasse, rivolta all'amministrazione comunale. E' Sergio Bruschini (Forza Italia) a puntare l'indice contro la giunta. "Questa amministrazione - afferma -, ha atteso l'ultima settimana di dicembre per ridefinire il nuovo piano di tassazione relativo al 2021. Le amministrazioni comunali hanno ha loro disposizione diverse forme di tassazione da applicare ai cittadini, in modo particolare sono due quelle più importanti: l'addizionale Irpef e la tassa sulla proprietà ovvero l'Imu. L'addizionale comunale all'Irpef è un'imposta che si applica al reddito complessivo determinato ai fini dell'Irpef; essa può assumere un valore che va dallo 0,4% allo 0,8%. L'Imu viene anch'essa calcolata su delle percentuali applicabili alle diverse tipologie di immobili: dalla casa (esentata la prima abitazione) ai terreni, fino ai fabbricati produttivi. Nell'ambito della propria autonomia il comune può stabilire il livello percentuale di prelievo da far pagare ai cittadini e fin qui siamo alle informazioni generali. La notizia è che questa amministrazione ha confermato per il 2021 tutte le aliquote già in vigore. Qualcuno potrebbe pensare che, in definitiva, siamo in presenza di un comune virtuoso, che non aumenta le tasse, in realtà il senso di questa conferma - sottolinea Bruschini -, è di tutta altra natura. Le tasse applicate dal comune di Narni, per quanto riguarda Imu e addizionale Irpef, non possono aumentare, non per scelta, ma per il fatto che esse sono da anni al massimo del livello percentuale applicabile. Eppure, come abbiamo visto fare da altre municipalità, una politica attenta e rigorosa potrebbe intervenire per mitigare, soprattutto in un periodo come questo caratterizzato da notevoli difficoltà economiche, il prelievo fiscale. Siamo di fronte - conclude Bruschini -, ad una gestione miope e soprattutto fondata su un mero e puro tecnicismo contabile che non produce nulla di più che la riconferma del massimo prelievo dalle tasche dei cittadini".
4/1/2021 ore 3:40
Torna su