Mercoledì 29/06/2022
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Blitz dei carabinieri in un appartamento, arrestata una donna che in casa aveva alcune dosi di eroina
Sarebbero stati degli "strani" movimenti notati nei pressi di un condominio a mettere in allarme i carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Terni. Questi hanno deciso così di approfondire i controlli nei pressi di uno stabile sito dalle parti di Piazza della Pace, dove avevano notato un frequente andirivieni di uomini. Dopo aver monitorato per alcuni giorni l’immobile in questione, i carabinieri hanno deciso di agire per accertare i motivi di tali movimenti. I controlli si sono rivelati proficui in quanto ad un certo punto è stato notato un ternano, non residente nella zona e conosciuto come assuntore di sostanze stupefacenti, entrare ed uscire subito dopo dal condominio. Sottoposto ad un immediato controllo da parte dei militari, il tossicodipendente non ha potuto nascondere il motivo della visita presso il luogo in questione, ed avrebbe consegnato spontaneamente un involucro di cellophane contenente 1,5 grammi di eroina e fornendo ulteriori elementi utili alla prosecuzione delle indagini. I carabinieri a quel punto hanno deciso di fare irruzione nell’appartamento, poi risultato essere occupato da una donna, al fine di procedere ad un controllo più approfondito. Nel corso della perquisizione personale e domiciliare operata a carico dell’affittuaria dell’appartamento, una donna di provenienza ucraina, ma residente in Italia da molti anni, sono state rinvenute altre 10 dosi di eroina già confezionate e pronte ad essere spacciate, un bilancino di precisione, altro materiale necessario per il confezionamento nonché 300 euro circa in banconote di vario taglio. Il Magistrato di turno, avvisato dagli inquirenti di quanto accaduto, ha disposto nei confronti della donna arrestata la misura degli arresti domiciliari in attesa del processo con il rito direttissimo, disposto presso il Tribunale di Terni, ed il sequestro di tutto il materiale rinvenuto dai militari.
25/5/2022 ore 10:30
Torna su