Domenica 19/09/2021
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 17:00
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Amelia: nasce "Sentieri amerini", una nuova rete di itinerari segnati e manutenuti sul territorio
Nasce sotto il segno della volpe, riprodotta nel logo del progetto, la nuova rete di itinerari segnati e manutenuti nel territorio di Amelia. Fino ad oggi questa importante fetta dell’Umbria sud-occidentale così ricca di bellezze naturalistiche e storiche era stata oggetto di progetti sentieristici non coordinati e spesso episodici. "Oggi è un nuovo inizio – ha detto il Sindaco Laura Pernazza, presentando il progetto –, per rilanciare il nostro bellissimo territorio con tutte le forme di turismo lento e per promuovere il buon vivere 'slow' dei cittadini e dei turisti viaggiatori che visiteranno la nostra città che ha davvero tanto da offrire. Ringraziamo il Gal, Cittaslow e in particolare il Club Alpino Italiano/Cai che con i soci volontari ha coordinato i lavori di identificazione e segnatura dei sentieri con tutti i volontari delle altre associazioni che operano sul territorio Amerino". Negli ultimi mesi e nonostante la pandemia il Comune di Amelia ha fortemente voluto realizzare il nuovo progetto sentieri, con il coinvolgimento attivo degli amministratori pubblici e del personale comunale coordinato da Riccardo Passagrilli, e la collaborazione preziosa del volontariato sociale. Il Cai, con i soci della Sezione di Orvieto e il Gruppo Cai regionale, ha coordinato tecnicamente la pianificazione della nuova rete sentieristica dell’Amerino. Con il Cai numerosi altri soggetti locali hanno contribuito alla pulitura e segnatura dei sentieri e questo anticipa un piano di adozione permanente della rete. "Come Sezione Cai di Orvieto - dice il Presidente, Alessandro Barone - siamo orgogliosi dei risultati ottenuti e possiamo guardare in avanti con ragionevole ottimismo. Ad Amelia si è costituita una squadra di soci con Stefano Baroncini e Andrea Bollati che con il contributo di altri soggetti ha preso in mano la gestione ordinaria della rete sentieristica già oggi fruibile e aperta a tutti grazie al lavoro dei nostri volontari e all'impegno dell'amministrazione che ha tenuto sempre la barra dritta". Quando il “pubblico” si allea con “il privato” e con gli attori del volontariato sociale del territorio, i risultati si vedono e si apprezzano. "Amelia e l'Amerino stanno diventando un esempio pilota per la corretta gestione sentieristica, - spiega Pier Giorgio Oliveti, coordinatore del Gruppo Sentieri Cai Orvieto - . Come sezione di Orvieto all'interno del Piano Regolatore dei Sentieri della Regione dell'Umbria, abbiamo assegnata l'Area "D", Settori D7 Amerino e D8 Orvietano-Tuderte. Nell'Amerino all'interno del progetto Sentieri Amerini del Comune di Amelia abbiamo aperto, segnato con vernice bianco-rossa, pali e frecce, una rete 171 km di sentieri di cui 141 nel comune di Amelia e 30 fuori comune. Nel comune erano già presenti i "Sentieri degli Schiavoni" per un totale di 27 km, realizzati qualche anno fa dalla Proloco di Sambucetole, ed anche altre tracce sul crinale e in ambiti diversi, ma scoordinate tra loro e in sostanza non escursionisticamente coerenti. Da notare che la nuova rete grazie in particolare a Marcello Arcangeli, socio Cai e responsabile di OpenStreetMap per l'Umbria, è stata tracciata digitalmente ed è scaricabile su www.sentieriamerini.it e attraverso QR code nelle brochure prodotte dal Comune". Da oggi nel "mare verde dell'Umbria" c'è, dunque, una nuova rete di sentieri da promomuovere, commercializzare e mettere in valore a cura dei soggetti professionali del settore turistico, ricettività agrituristica, alberghiera ed extra-alberghiera, guide e cooperative di servizi.
11/7/2021 ore 1:43
Torna su