Martedì 07/02/2023
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
All'ospedale di Narni tornano gli interventi chirurgici importanti, gongola il centrodestra: "Altro che 'scatola vuota'"
"Altro che 'scatola vuota'. L'ospedale di Narni sta assumendo un ruolo centrale nell'offerta sanitaria della nostra provincia". I consiglieri comunali Rebecca Poggiani e Barbara Chiaramonti (FdI), Sergio Bruschini (Fi) e Gianni Daniele (Lega), non nascondono la loro soddisfazione per le ultime importanti novità riguardanti il nosocomio narnese. "Esprimiamo grande soddisfazione - dicono -, per il riavvio, avvenuto lo scorso 7 marzo, della convenzione tra l’Azienda Ospedaliera di Terni e l’ospedale di Narni, circa la possibilità di eseguire nel nosocomio narnese gli interventi chirurgici di media e bassa complessità da parte dei professionisti in servizio al 'Santa Maria'. Si tratta di un traguardo importante, frutto di un intenso lavoro avviato già lo scorso anno e che oggi riprende il via, dopo una sospensione causata dalla recrudescenza del Covid e da una serie di lavori di manutenzione che hanno richiesto ulteriori investimenti. L'obiettivo primario è quello di alleggerire il carico operatorio presente nella struttura ternana ed il conseguente decongestionamento di quest’ultima. Le tre sale operatorie del presidio narnese torneranno ad essere operative in blocco e nella convenzione si prevede una seduta chirurgica a settimana, con l’accordo di incrementare questo dato numerico sin dai prossimi giorni. La quantità degli interventi potrà variare a seconda delle prestazioni chirurgiche che saranno eseguite, trattandosi sempre, come più volte affermato, di una chirurgia di medio-bassa complessità. Ringraziamo pubblicamente - continuano i consiglieri di Fratelli d'Italia, Forza Italia e Lega di Narni -, i professionisti in servizio presso il 'Santa Maria' di Terni che hanno scelto di eseguire i loro interventi nel nostro ospedale, dimostrando di credere fortemente nel potenziale tecnico ed umano della struttura narnese e gli operatori del nostro ospedale per l'accoglienza che hanno riservato ai loro colleghi. La famosa “scatola vuota” di qualcuno si rivela, al contrario, una struttura dotata di servizi ben definiti e in grado di rispondere ai bisogni della collettività tutta, soprattutto nell’ottica del processo di integrazione avviatosi con il nosocomio ternano. Nonostante le molteplici necessità ancora da garantire, e delle quali ci faremo come sempre portavoce diretti, si aggiunge, dunque, un altro significativo tassello sotto il profilo delle conquiste raggiunte negli ultimi mesi per la sanità territoriale. Il nostro intento è quello di continuare a lavorare senza sosta per creare una sanità efficiente e davvero vicina ai territori, confidando di raggiungere al più presto il completamento di quell’ambizioso progetto, caro a tutta la comunità narnese, di rendere il nostro un ospedale di riferimento, specialistico e di supporto a quello ternano".
11/3/2022 ore 1:45
Torna su