Mercoledì 19/06/2024
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:00
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Agenti di polizia locale aggrediti in servizio, Csa Ral: "Servono formazione, body-cam, spray e giubbotti"
"Nei giorni scorsi agenti della polizia locale di Terni, intervenuti per incidenti stradali, sono stati aggrediti da soggetti coinvolti e uno di loro ha riportato lesioni con prognosi di 10 giorni. A Narni invece una pattuglia intervenuta per un soccorso stradale è stata tamponata da una vettura condotta da un soggetto con tasso alcolemico superiore al consentito. Due agenti hanno avuto lesioni giudicate guaribili in 15 giorni. Per questo chiediamo maggiore attenzione da parte delle istituzioni: servono adeguata formazione e strumenti adeguati". Così Giovanni Deangelis, responsabile regionale Umbria del sindacato C.s.a. Ral, dipartimento Polizia Locale, interviene dopo gli ultimi fatti di cronaca che hanno coinvolto agenti della polizia locale. "Considerando che il problema di alcolismo e uso di sostanze stupefacenti sta assumendo dimensioni allarmanti - continua Deangelis -, chiediamo alle amministrazioni comunali una maggiore attenzione per la categoria, sempre più chiamata a fronteggiare questi fenomeni. È indispensabile aumentare i dispositivi di sicurezza per gli agenti, tipo body cam, spray, antiaggressione, giubbotti protettivi, e soprattutto una formazione adeguata. Prendiamo ad esempio molti comuni che retribuiscono l’attività di servizio esterno con 1 euro, 1.50, 2 o 3 euro lordi giornalieri, quando il contratto consente di arrivare a 15 euro. Tutto ciò è offensivo per chi svolge questo lavoro a fronte dei rischi che deve affrontare. Nonostante la carenza di organici, di mezzi e di preparazione, la Polizia Locale svolge questo compito con impegno e risultati, ma nello stesso tempo, per quanto detto, molti operatori cercano altre situazioni lavorative. La nostra organizzazione sindacale - prosegue Deangelis -, è disponibile in ogni momento a collaborare con le amministrazioni: questa situazione è ormai insostenibile e chiediamo un cambio di passo, esprimendo la nostra solidarietà e vicinanza agli operatori coinvolti negli spiacevoli fatti sopra descritti".
30/12/2023 ore 4:40
Torna su