Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Verrà fatta brillare in una cava di Narni la bomba rinvenuta in un cantiere del Villaggio Polymer
Verrà fatta brillare domenica 12 ottobre nella solita zona di Maratta, all’interno di una cava abbandonata che ricade in territorio narnese, la bomba ritrovata ieri in un cantiere di Via degli Artigiani, al Villaggio Polymer a Terni. La decisione è stata presa dalla Unità di Crisi, immediatamente attivata dal Prefetto di Terni Gianni Ietto e che si è riunita stamattina per esaminare la situazione e prendere appunto delle decisioni. Gli artificieri, giunti da Napoli, hanno lavorato sodo dal pomeriggio di ieri per procedere ad un attenta ricognizione del pericoloso ordigno che, lo ricordiamo, consiste in una bomba aerea del peso di circa 600 libbre, residuato dell’ultima guerra mondiale. I militari hanno avuto delle difficoltà nel manipolare la bomba in quanto questa mostrava chiari segni di danneggaiemtno proprio all'altezza della spoletta. Danneggiamenti che potrebbero essere stati provocati proprio dalle pale della ruspa che stava facendo lo scavo nel punto del ritrovamento. In questi casi viene sempre da pensare a cosa potrebbe accadere se un urto più violento colpisse l'ordigno all'insaputa dell'incolpevole operaio che sta effettuando degli scavi. Dunque domenica prossima, già dalle prime ore del mattino, tutta la zona posta intorno al luogo del ritrovamento e per un raggio di non meno di 300 metri per tutti e quattro i punti cardinali, verrà fatta evacuare dalle forze dell’ordine. I cittadini residenti nel quartiere della Polymer e nelle vie adiacenti potranno tornare nelle loro abitazioni solo dopo che la bomba sarà stata caricata sul camion e trasportata nel luogo stabilito per le operazioni di brillamento. La Prefettura ed il Comune di Terni rendono noto che sarà data massima assistenza ad eventuali persone anziane o malate per provvedere al loro eventuale trasferimento nelle strutture necessarie. Va ricordato che nella stessa cava di Maratta già altre volte sono state fatte esplodere delle bombe di grandi dimensioni come quella rinvenuta ieri a Terni.
9/10/2003 ore 17:05
Torna su