Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:42
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Tassa sui rifiuti, parla l'assessore Mercuri: "accuse infondate da Forza Italia, le tariffe sono rimaste uguali a un anno fa"
Accuse respinte al mittente. Ed è lo stesso assessore ai Tributi ed al Bilancio del Comune di Narni, Marco Mercuri, a farlo nei confronti di Forza Italia. E' di ieri l'accusa fatta dal capogruppo Bruschini nei confronti dell'amministrazione comunale: "hanno aumentato la tassa su rifiuti. La gente non ce la fa più a pagare". L'esponente dell'opposizione ci era andato giù duro, distribuendo colpe a destra ed a manca, tutte all'indirizzo degli amministratori. Da qui la replica del vice sindaco Mercuri. "Le accuse di Forza Italia sono infondate - attacca -. E vengono mosse nei nostri confronti dal suo esponente che non era nemmeno presente al consiglio comunale di martedi pomeriggio (29 luglio 2014), mentre alle riunioni della commissione è parso spesso molto distratto. Men che meno risultano agli atti delle proposte fatte da questo partito riguardo alla definizione delle tariffe. Ad ogni modo - precisa Mercuri - è del tutto falso che queste siano aumentate rispetto al 2013. Anzi, posso affermare che per talune categorie ci sono state addirittura delle sia pur lievi diminuzioni. Diciamo che le tariffe sono rimate quelle di un anno fa. Questo sarebbe stato giusto dire, piuttosto che lanciare degli inutili quanto infondati proclami. Riguardo alle nuove tariffe che verranno applicate il prossimo anno, si potranno registrare dei piccoli aumenti, determinati da una lunga serie di fattori, non utlimo il passaggio di Asit ad Asm. Abbiamo tuttiva cercato di salvarguardare alcune categorie, come gli anziani che vivono da soli, o quelle famiglie che non superano i 5mila euro all'anno di Ise, o le stesse attività commerciali. Tutto questo senza infierire sugli altri, ovvero famiglie e cittadini singoli. In ogni caso - avverte Mercuri -, un livellamento della situazione si raggiungerò quando, nell'arco dei prossimi 18 mesi, potrà finalmente essere messo a regime il sistema che permetterà ad ogni cittadino o impresa di 'pesare' i rifiuti che produce e di verificarne l'esatta differenziazione. Finalmente potremo dire che ognuno pagherà in base a quello che produce. Quindi, più si sarà virtuosi e meglio sarà.
31/7/2014 ore 3:25
Torna su