Martedì 07/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
San Liberato: la bretella si inaugura a settembre, intanto vengono chiusi gli svincoli per costruire la rotonda
Resterà chiuso fino al 25 luglio, in entrata ed in uscita, lo svincolo di Nera Montoro sul raccordo Terni-Orte. Sulle rampe dello svincolo di San Liberato, che si trova a poca distanza, sarà invece istituito il senso unico alternato della circolazione. Il provvedimento, del quale ne da notizia l’Anas, si è reso necessario in quanto sono in dirittura di arrivo i lavori riguardanti la realizzazione della bretella che collegherà San Liberato con Nera Montoro. A far scattare la decisione di chiudere lo svincolo è stata presa per consentire alla ditta che sta eseguendo i lavori di poter completare la rotonda attraverso la quale si potrà uscire ed entrare dalla nuova variante. La "bretella" darà finalmente la possibilità ai cittadini di San Liberato di potersi spostare verso Narni senza dover per forza utilizzare il raccordo Terni-Orte (peraltro precluso a cicli e motocicli di cilindrata inferiore ai 125 cc). L’intervento è di quelli consistenti da un punto di vista economico, il cui costo si aggira sul milione e 300mila euro, soldi sborsati quasi per intero dalla Regione, con il Comune di Narni che di suo ci ha messo poco più di 50mila euro. La strada parte dall’attuale svincolo per Nera Montoro che c’è lungo il Rato, in direzione di Orte; da lì si sposta sul lato destro, e corre parallela al raccordo, costeggiando la stazione di servizio per andarsi a ricongiungere con la strada comunale già esistente, situata nella zona artigianale di San Liberato, nei pressi di un noto albergo e di un’importante rivendita di motocicli. La strada, a due corsie di tre metri ciascuna, è lunga un chilometro e 300 metri; ai lati ci sono due banchine da un metro cadauna. Lungo la nuova strada verranno realizzate due rotatorie: una è quella in costruzione all’altezza dell’intersecazione con il sottopasso del Rato, l’altra proprio dietro alla stazione di servizio. La strada verrà dotata di un adeguato impianto di illuminazione che servirà a garantire la massima sicurezza agli automobilisti. Riguardo ai tempi di consegna dei lavori l’assessore Gianni Giombolini assicura che, “stavolta non dovrebbero esserci ulteriori spostamenti, questo significa che entro settembre potremo finalmente fare la cerimonia del taglio del nastro”.
15/7/2014 ore 3:29
Torna su