Giovedì 23/03/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
San Liberato, De Rebotti e Giombolini sui lavori da rifare alla rotonda: "la pendenza è giusta, non c'è stato alcun errore"
"Non è stato commesso alcun errore progettuale. I lavori della bretella stradale di Nera Montoro-San Liberato sono stati eseguiti a regola d'arte nel pieno rispetto di un progetto esecutivo opportunamente validato". A parlare sono il sindaco De Rebotti e l'assessore ai Lavori Pubblici del comune di Narni che, in un comunicato, replicano a quanto scritto in un articolo apparsosul nostro portale lo scorso 18 aprile. "La richiesta pervenuta dall'Anas nel 2014 - continuano De Rebotti e Giombolini nel loro comunicato -, di realizzare delle opere idrauliche al fine di non interferire con la circolazione stradale sulla SS.675, motivata dall'allagamento verificatosi in conseguenza di un violento nubifragio nel giugno 2014, ha indotto l'Amministrazione comunale a redigere uno studio idraulico 'ad hoc' ed un conseguente progetto preliminare da inserire nel Piano Triennale delle Opere Pubbliche. A tutt'oggi sono in corso degli approfondimenti tecnici con la nuova Direzione tecnica dell'Anas Umbria volti alla definizione di un intervento più mirato. Si afferma, quindi, che quanto riportato nell'articolo, laddove si parla di pendenze sbagliate e di palesi errori di progettazione, è assolutamente non rispondente al vero, tant'è che le acque meteoriche sono correttamente convogliate in direzione dei manufatti idraulici esistenti".
Il "rimprovero" a Bruschini
"Ci dispiace constatare - sottolineano sindaco e assessore -, che il consigliere Bruschini per espletare la propria legittima funzione di forza di minoranza, utilizzi toni e affermazioni non veritiere e poco rispettose del lavoro altrui. Perciò invitiamo cortesemente il consigliere Bruschini, e di conseguenza gli stessi organi di stampa, a valutare con correttezza le affermazioni e i giudizi di merito sulle vicende amministrative della città perché è nostra intenzione tutelare in ogni sede il lavoro e l'onorabilità delle nostre strutture e dei dipendenti che vi lavorano".
23/4/2016 ore 4:23
Torna su