Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
San Liberato: da stasera al 31 agosto 43esima edizione della festa dell'Unità
Da oggi al 31 agosto presso il centro sportivo di San Liberato avrà luogo la 43esima edizione della Festa dell'Unità di Narni. "Sono trascorsi dieci anni - spiega Claudio Proietti, segretario comunale del Pd narnese -, da quando abbiamo deciso di riattivare questo appuntamento. Un traguardo che ci sentiamo di sottolineare con soddisfazione in tempi di allontanamento e di disimpegno, libero o indotto, dalla politica. Proseguendo nella scelta itinerante, che nelle scorse edizioni ci ha portato a Narni, Narni Scalo, P.S. Lorenzo e Taizzano, la Festa comunale quest'anno approda a San Liberato. Quella di questanno è la 43esima edizione di questo appuntamento che dall'inizio degli anni settanta ad oggi non ha mai conosciuto interruzioni. Siamo convinti che quella di questpanno sarà una grande edizione della Festa. L'aspetto politico sarà come sempre quello caratterizzante, con un'attenzione particolare ai temi di maggiore interesse per il nostro territorio e per l'Italia: economia e lavoro, riforme istituzionali, welfare, Europa, diritti e governo della città. Nelle varie iniziative, saranno con noi per confrontarsi esponenti di spicco della politica regionale e nazionale, a cominciare da Massimo D'Alema, dalla Presidente della Regione, poi parlamentari e rappresentanti delle maggiori istituzioni ed enti locali del territorio. Ci sarà poi una serata molto attesa e di grande impatto sentimentale oltre che politico dedicata a Enrico Berlinguer con la presenza dell’onorevole Gianni Cuperlo. Il filo conduttore che attraverserà da protagonista questi dieci giorni di Festa è il futuro della Sgl Carbon e della TK Ast che coinvolge e preoccupa, oltre i lavoratori direttamente coinvolti, l'intera comunità locale e regionale. Il Pd - continua Proietti - è impegnato quotidianamente per far sì che queste due fondamentali vertenze trovino risposte adeguate con l'impegno ai massimi vertici del Governo nazionale e dell’UE. Ne vale il futuro non solo di Narni e di Terni ma dell'Umbria nel suo complesso e, senza enfasi, dell'industria italiana che nella Conca ternana ha da quasi un secolo e mezzo uno dei suoi centri propulsivi e all'avanguardia.
Una Festa politica è comunque pur sempre un luogo dove occuparsi di cose serie senza però rinunciare allo svago, al divertimento, alla musica e al buon cibo com'è nelle nostre tradizioni. Uno stand gastronomico ricco di prelibatezze, un'atmosfera coinvolgente grazie alla disponibilità e all'accoglienza delle decine di volontarie e volontari che sono l'anima e il corpo della Festa A loro va il nostro ringraziamento, la nostra gratitudine e l'ammirazione per la passione civile e politica che nutrono in questi tempi difficili".
22/8/2014 ore 11:45
Torna su