Lunedì 21/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 15:24
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Provincia e Comuni di Terni e Narni insieme per eseguire interventi di messa in sicurezza lungo le aree inondabili del fiume Nera
Si è svolta in Provincia una riunione per esaminare il progetto preliminare degli interventi di messa in sicurezza delle aree inondabili del fiume Nera. All’incontro erano presenti il Presidente della Provincia di Terni, Andrea Cavicchioli, l’Assessore provinciale all’Ambiente e alla protezione civile, Fabio Paparelli, i rappresentanti della Regione dell’Umbria, i Comuni di Terni e Narni, le associazioni di categoria degli imprenditori e degli artigiani, il Consorzio di Bonifica Tevere-Nera e gli altri soggetti interessati. Il Consorzio di Bonifica ha illustrato in contenuti del progetto complessivo di messa in sicurezza indicandone anche i relativi costi che ammontano a circa 28 milioni di euro, tenendo conto degli ulteriori interventi resisi necessari a seguito delle ultime alluvioni e dell’aggiornamento dei prezzari regionali.
Al termine dell’incontro è stata condivisa unanimemente la necessità di utilizzare i circa 6 milioni di euro già disponibili, grazie anche all’ulteriore impegno della Regione nel reperimento dei fondi, per le opere di messa in sicurezza del tratto cittadino di Terni del fiume Nera, con l’impegno da parte della Provincia e dei Comuni di Terni e Narni ad attivare in tempi rapidi gli ulteriori interventi riguardanti le aree tra Maratta e Narni Scalo secondo le modalità che saranno successivamente stabilite e concordate. Nello stesso tempo la Regione si impegnerà nei confronti del nuovo Governo per le ulteriori risorse necessarie, rinnovando l’accordo di programma con cui sono stati reperiti i primi 5 milioni di euro, tenendo conto delle necessità finanziarie emerse alla luce delle progettazioni eseguite. La Regione stessa convocherà a breve anche una nuova riunione con tutti i soggetti interessati per verificare le disponibilità alle compartecipazioni emerse oggi nel corso della riunione e che riguardano, oltre agli enti locali, anche i privati. “L’Amministrazione provinciale di Terni – hanno dichiarato il Presidente Cavicchioli e l’Assessore Paparelli – si sta impegnando e si impegnerà anche in futuro in tutte le sedi deputate per risolvere questo che è oggettivamente un problema serio che riguarda la sicurezza dei cittadini e lo sviluppo del territorio. E’ evidente – hanno aggiunto – che la messa in sicurezza di aree di particolare pregio come quelle indicate ed i cui intervenuti sono da tutti ritenuti prioritari, costituisce un’oggettiva necessità ed un elemento ineludibile che tuttavia può essere risolto esclusivamente nelle forme indicate con il coinvolgimento del Governo nazionale, considerando le risorse necessarie”.
22/5/2006 ore 11:15
Torna su