Giovedì 22/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:10
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Protezione civile, la Regione firma un accordo di collaborazione con la direzione interregionale dei Vigili del Fuoco di Umbria e Marche
Accrescere la cultura di Protezione Civile, approntare migliori iniziative per la salvaguardia della popolazione e sviluppare azioni sinergiche per il soccorso. E’ quanto si propone un accordo tra Regione Umbria e Direzione interregionale dei Vigili del Fuoco di Umbria-Marche, firmato dalla presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, e dal direttore interregionale, Antonio Bedini, alla presenza del Comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Perugia, Raffaele Ruggiero, del funzionario dei VVFF, Maurizio Fattorini, e del dirigente del servizio di Protezione civile della Regione Umbria, Alessandro Severi. Gli obiettivi dell’accordo saranno realizzati grazie ad una serie di specifiche iniziative che saranno sviluppate da tecnici e funzionari delle due Istituzioni. La prima delle iniziative sarà rivolta all’attività di qualificazione attraverso la promozione di una campagna di formazione attivata dalla Regione e rivolta alle strutture del Volontariato di Protezione Civile. Altri progetti riguarderanno le strutture per la comunicazione, con particolare riferimento alla ricerca e lo sviluppo di standard di comunicazione territoriale tra la Regione, le sedi operative, in fase di istituzione presso le Comunità Montane, con le strutture umbre della Direzione Interregionale. Per ciò che riguarda invece la prevenzione, l’accordo sottoscritto prevede la necessità di armonizzare la fase operativa tra le strutture della Direzione interregionale sul territorio e l’articolazione territoriale del Sistema Regionale di Protezione Civile presso le sedi delle Comunità Montane definendo ruoli, compiti, strutture e responsabilità nella fase di gestione dell’emergenza in rapporto alle Autorità di Protezione Civile come definite dalla legge. Per ciò che riguarda le strutture operative, l’accordo si propone di: ricercare gli strumenti e le attrezzature operative più funzionali per la gestione dell’emergenza, anche in rapporto con le attuali dotazioni sul territorio delle strutture di Protezione Civile, stabilendone le caratteristiche, l’utilizzo e la migliore collocazione; definire le modalità di impiego, delle attrezzature individuate, da parte delle strutture territoriali della Direzione Interregionale; stabilire le modalità di intervento per particolari esigenze di Protezione Civile, segnalate dalla Regione, valutando gli oneri derivati con specifici provvedimenti.
19/1/2004 ore 11:29
Torna su