Martedì 25/02/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 16:44
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Pronti 5 milioni di euro per la messa in sicurezza delle aree inondabili del fiume Nera
La messa in sicurezza delle aree inondabili del Fiume Nera nella zona industriale di Maratta-Sabbioni, la necessità di pervenire in tempi brevi alla redazione di progetti esecutivi per la realizzazione di nuove attività produttive, i necessari indirizzi operativi: questi gli argomenti affrontati in Provincia sul “Piano stralcio per l’assetto idrogeologico del Nera”. All’incontro, coordinato dall’Assessore provinciale all’”Ambiente”, Fabio Paparelli, hanno preso parte rappresentanti del “Consorzio di Bonifica Tevere-Nera” –che, insieme alla Provincia, cura il coordinamento tecnico- dell’Assoindustriali e delle Associazioni di categorie artigiane e delle piccole e medie imprese. Nel corso della mattinata è stato istituito un Coordinamento Tecnico tra Provincia e Consorzio, allargato ai Comuni di Terni e Narni, ed un Tavolo di monitoraggio cui partecipano anche Regione e categorie interessate, che sarà chiamato a vigilare sulla qualità dei progetti e sulla loro attuabilità. L’apertura del confronto odierno consentirà di superare l’attuale situazione di stallo che interessa molte aziende che svolgono la propria attività lungo l’asse fluviale che ricade nella zona Maratta-Sabbioni. L’occasione ha consentito ai rappresentanti del Consorzio di illustrare sinteticamente le attività svolte nei mesi scorsi che hanno portato all’individuazione di alcuni tratti critici tra Terni e Narni con conseguenti proposte di intervento: tra queste la realizzazione di alcuni muraglioni di sbarramento e l’innalzamento di alcune sponde fluviali. Apprezzamento per il lavoro svolto e per le proposte operative avanzate è stato espresso da tutti i partecipanti alla riunione. “Con l’incontro di oggi –ha commentato l’Assessore Paparelli- si è avviato il coordinamento dei soggetti coinvolti nella progettazione esecutiva degli interventi di messa in sicurezza delle aree inondabili del Fiume Nera, consentendo di acquisire tutti gli indirizzi operativi che condizionano le scelte progettuali. Si è, così, istituito un “Tavolo di concertazione” con l’obiettivo di dare risposte concrete alle imprese che intendano avviare nuove attività o allargare quelle attualmente svolte”. La Provincia di Terni, quale autorità idraulica competente, promuoverà appositi incontri tecnici durante la fase redazionale, al fine di pervenire ad una progettazione coerente ed omogenea. A marzo/aprile del prossimo anno il Consorzio sarà in grado di produrre i progetti esecutivi e verranno individuate le priorità riguardanti la messa in sicurezza dei vari siti. Per la realizzazione degli interventi necessari la Regione dell’Umbria ha già stanziato un finanziamento di poco superiore ai 5 milioni di euro.

25/10/2004 ore 11:35
Torna su