Domenica 25/06/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:45
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ponte Sanguinaro, Amici (TpN): "Perchè Proietti Grilli non ha progettato la rotonda quando faceva l'assessore ai Lavori Pubblici?"
"Realizzare una rotonda a Ponte Sanguinaro per mettere in sicurezza quell’incrocio? E’ il minimo che si possa fare dopo la serie di incidenti che si sono verificati negli anni in quel punto. Da ultimo quello che, un anno e mezzo fa, costo la vita ad un 74enne narnese". A tornare sull’argomento è Alessandro Amici (TpN) che si rifà, in qualche modo, all’intervento dell’ex assessore Enzo Proietti Grilli, il quale, giorni orsono, aveva nuovamente portato alla ribalta i pericoli di quell’incrocio. “Sappiamo bene – scrive Amici – che una rotonda è un impegno economico rilevante e che per realizzarla bisogna mettere insieme diversi enti, nella fattispecie Anas, o Provincia, oltre al comune. È tuttavia un importante intervento da programmare. A Proietti Grilli, che ha pensato bene di risollevare il problema dei pericoli che ci sono a Ponte Sanguinaro, bisognerebbe chiedere il perché, quando lui era assessore ai Lavori Pubblici, anziché impegnarsi per fare questa rotatoria, appoggiò i progetti del comune di farne altre decisamente meno necessarie. Da parte nostra facciamo una proposta: chiunque andrà al governo della città tra qualche mese, si adoperi veramente per reperire le risorse necessarie da destinare alla realizzazione di tali interventi. Per quanto riguarda l’incrocio per Collevaione faccio una proposta alternativa che a me sembra migliore di quella fatta da Proietti Grilli. Io dico che si dovrebbe portare l’immissione della strada in questione 200 metri prima, in pratica a metà del rettilineo che c’è sulla Tiberina. In questo modo gli automobilisti avrebbero degli spazi maggiori per effettuare ogni tipo di manovra ed una visibilità sufficiente a scongiurare frenate dell’ultimo secondo”.
6/3/2017 ore 17:43
Torna su