Martedì 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ponte San Lorenzo: un nuovo impianto semaforico sulla Flaminia per ridurre i rischi all'altezza del bivio che conduce verso la frazione
Un impianto semaforico in attesa della rotonda. L'Assemblea Territoriale di Narni Est intende mettere fine alle situazioni di pericolo che da anni si registrano sulla Flaminia all'altezza del bivio per la frazione di Ponte San Lorenzo ed ha individuato nella installazione di un impianto semaforico la soluzione a tutti i problemi. Gli innumerevoli incidenti, taluni anche particolarmente gravi, che si sono registrati negli anni al bivio per Ponte San Lorenzo, confermano l'elevata pericolosità di quell'incrocio. Chi esce dalla frazione e deve immettersi sulla Flaminia avendo la necessità di svoltare verso Narni, corre ogni volta dei grossi rischi perché sul lato sinistro della statale c'è un dosso che chiude la visibilità. I semafori risolverebbero il problema, "fermo restando – avverte Marco Ricci il presidente della Circoscrizione -, che quanto prima si realizzi la rotatoria prevista dal vecchio progetto riguardante gli svincoli della Terni-Rieti". Nell'ultima riunione del consiglio direttivo della Assemblea di Narni Est è stato deciso di chiedere formalmente al Comune di attivarsi per installare i semafori. "la richiesta è stata presentata al Sindaco – ha detto Ricci – ma poi abbiamo parlato con Enzo Proietti Grilli l'assessore alla Viabilità il quale si è mostrato molto disponibile, perché conosce i problemi che ci sono in quell'incrocio ed ha promesso di seguire da vicino la questione". L'assessore si rende conto della situazione di pericolo ed è convinto che i semafori tamponerebbero efficacemente la situazione in attesa della costruzione della rotonda. "Ho chiesto ai nostri uffici di acquisire preventivi da ditte che si occupano della installazione di impianti semaforici – ha detto –. Nel frattempo vedrò di risolvere anche l'aspetto burocratico con Anas e Provincia che dovranno poi dare l'autorizzazione per cambiare i 'connotati' di quell'incrocio".
16/12/2006 ore 5:33
Torna su