Martedì 07/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ponte San Lorenzo: continua la sosta selvaggia lungo la Flaminia nei pressi della scuola elementare
Burocrazia ed imprudenza. Due fattori che miscelati insieme possono a volte provocare tragedie. E quel che sta accadendo lungo la statale Flaminia, nei pressi della scuola elementare di Ponte San Lorenzo, è il classico esempio di come la trascuratezza delle istituzioni e l’imprudenza dei cittadini possano talvolta mettere a repentaglio la vita delle persone. La scuola è stata costruita tanti anni fa in un punto critico, in piena curva e sul ciglio della statale; fatto questo che ha creato la pessima abitudine da parte delle mamme e dei papà che vanno a portare ed a riprendere i loro figli a scuola, di parcheggiare le automobili lungo la Flaminia. Un comportamento pericolosissimo che più di una volta ha provocato incidenti. Dopo anni di richieste, fatte da quei genitori più giudiziosi e dagli stessi insegnanti, il Comune aveva annunciato qualche mese fa che avrebbe preso in affitto un terreno dietro alla scuola, lontano dalla statale, da destinare a parcheggio. Una promessa che però non ha trovato riscontro con il risultato che i genitori, soprattutto negli orari di uscita, continuano a parcheggiare in modo disordinato le loro macchine lungo la Flaminia. Ieri verso le 12,45 ce n’erano una quarantina, molte delle quali parcheggiate addirittura “contromano” e tutte con le ruote sull’asfalto, ad occupare una buona porzione della corsia che va in direzione di Terni. Dal Comune spiegano che “il terreno preso in affitto deve essere ricoperto di breccia per renderlo praticabile, ma se continua a piovere non si possono fare i lavori ed è anche difficile mettersi d’accordo con la ditta che deve eseguirli”. Insomma problemi burocratici che stanno alimentando una situazione di estremo pericolo, in prossimità di una scuola frequentata da decine di bambini.
2/5/2009 ore 0:08
Torna su