Mercoledì 01/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Patente a punti, Fiordi chiede al Sindaco di attuare una campagna di informazione: "In pochi sanno a quali sanzioni vanno incontro"
(M.P.) Traffico e sicurezza. Patenti a rischio per molti automobilisti. Il decreto legge entrato in vigore da alcuni giorni rischia di diventare una vera e propria “spada di Damocle” pronta a colpire ognuno di noi. Spesso per una giusta causa, altre volte per qualche “peccatuccio” veniale. Il Governo ha fatto opera di sensibilizzazione quando ha introdotto le nuove regole, ma non ha mai spiegato in maniera dettagliata quali sono le infrazioni sanzionabili e quanti punti valgono. C’è, dunque, molta confusione riguardo all’argomento e capita spesso di vedere rappresentanti delle forze dell’ordine, all'atto di un controllo, imbarazzati nel dover prendere delle decisioni. In molti casi, come a Narni, mancano ancora i bollettari appositi sui quali scrivere i verbali elevati ed i relativi punti da “scalare”. Insomma ci vorrà ancora del tempo prima che il nuovo sistema della “Patente a punti” possa trovare una perfetta attuazione. Sull’argomento il consigliere Fiordi ha scritto una interrogazione al Sindaco. L’ex comandante della Polizia Municipale di Narni chiede al primo cittadino di sapere se “è intenzione dell’Amministrazione comunale, nell’ambito dei suoi compiti istituzionali che riguardano la sicurezza e l’educazione stradale, attuare delle iniziative per pubblicizzare le nuove norme, magari con l’istituzione presso il Comando di Polizia Municipale di un servizio di informazione e di tenere nel capoluogo e nelle frazioni delle conferenze inerenti la disciplina della circolazione stradale. Perché-continua Fiordi-devo constatare che un provvedimento così importante non ha avuto fino ad oggi quella pubblicità che è indispensabile per portare a conoscenza degli automobilisti le nuove norme. Sono ben 32 gli articoli del “Codice della strada” che prevedono, in caso di infrazione, la sottrazione dalla dotazione iniziale di 20 punti, da 2 a 10 punti che si raddoppiano nel caso in cui la violazione venga commessa da chi ha conseguito la patente da meno di 5 anni. Innovazioni, come l’obbligo di tenere accesi gli anabbaglianti fuori dei centri abitati, sono a conoscenza di pochi e questa, ad esempio, è una infrazione che comporta la sottrazione di 2 punti. E’ importante effettuare una efficace azione di informazione delle nuove norme, poiché il veicolo è spesso strumento indispensabile per il lavoro e rimanere appiedati per aver esaurito la dotazione può significare la perdita del posto di lavoro”.
14/7/2003 ore 16:25
Torna su