Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:06
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ospedale unico: Favilli non crede alle promesse fatte dalla Regione ed attacca anche Bigaroni per i suoi "toni trionfalistici"
Ospedale, ecco i dubbi di Adiberto favilli. "I toni trionfalistici usati dal sindaco rispetto all'approvazione della regione dell'accordo di programma per la realizzazione del nuovo ospedale di Narni-Amelia - scrive il consigliere azzurro -ha il sapore di uno spot propagandistico da dare in pasto ai cittadini, ma sul piano sostanziale non modifica di una virgola la precedente posizione dell'assessore regionale alla sanità alla quale tutto il consiglio comunale si era opposto con la votazione di un ordine del giorno all'unanimità. Per cui rimangono tutti i dubbi che avevamo espresso perché a nostro parere l'accordo sottoscritto non garantisce la costruzione del nuovo nosocomio e soprattutto non salvaguarda il mantenimento e la funzionalità dell'esistente. Nell'accordo è previsto che il Comune si impegni ad acquistare la struttura per contribuire al piano finanziario, mentre il progetto sarà a carico dell'Asl che, a sua volta, dovrà alienare i terreni provenienti dai lasciti di cittadini a favore dell'ospedale. Rispetto poi al punto più controverso (la destinazione dell' attuale nosocomio) la Regione fornisce generiche assicurazioni (l'ospedale continuerà ad ospitare servizi sanitari), riferimento preciso al possibile accorpamento dei poliambulatori attualmente dislocati in vari stabili della città, Questo vuol dire che ci possiamo scordare eventuale collocazione della riabilitazione, come promesso, o una lungo degenza o simile, dando così per scontato il progressivo impoverimento della struttura esistente in tecnologia e professionalità. Del resto lo stesso direttore D'Ingecco ha affermato che sul vecchio sarà effettuata la manutenzione di routine, facendo intendere chiaramente che tutti gli sforzi saranno concentrati sul nuovo. Vorremmo infine sapere perché per la provincia di Perugia si sono trovati i finanziamenti per la costruzione di 3 nuovi ospedali più il potenziamento del Silvestrini mentre per quella di Terni non si sia riusciti a finanziarne nemmeno uno, ma si chieda di affrontare il grosso impegno economico con le sole risorse locali. Su questa posizione non siamo disponibili a trattare, se la maggioranza vorrà avallare questo accordo se ne assumerà tutta la responsabilità. Noi continueremo la nostra battaglia:si al nuovo e al mantenimento del vecchio".
17/10/2004 ore 11:41
Torna su