Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 22:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nera Montoro, distretto sanitario inagibile, problemi per la popolazione, Proietti (Pd) "Comune e Asl trovino una soluzione"
Chiuso da due mesi. Con tutte le conseguenze del caso. Parliamo del Punto di Erogazione Servizi (Pes) di Nera Montoro, una sorta di distretto sanitario dove i cittadini si recano per fare i prelievi del sangue e per usufruire di altre prestazioni mediche. "Quella struttura - spiega Cladio Proietti, segretario del Pd narnese -, non era più idonea, da qui la decisione di chiuderla temporaneamente, onde consentire le ristrutturazioni necessarie". Ma questa chiusura ha creato, e sta creando, un sacco di problemi alla popolazione che vive nelle zone a sud del territorio. In particolare ai residenti di Montoro, Nera Montoro, San Liberato e Taizzano; in tutto circa 3.000 persone. Il Partito Democratico di Narni sollecita, dunque, Asl 2 e Comune di Narni "a ricercare tutte le soluzioni per avviare la riapertura del Pes di Nera Montoro, che è stato temporaneamente chiuso per problematiche tecnico-infrastrutturali della sede che lo ospitava. “É doveroso ribadire – afferma Claudio Proietti - che il Pes è un servizio socio-sanitario che per la sua particolare collocazione risulta svolgere un ruolo determinante per la cittadinanza di Nera Montoro e Montoro. Esso svolge altresì una funzione di punto di riferimento per i servizi sanitari di una parte importante del territorio comunale densamente abitato. Sappiamo che l'amministrazione comunale si sta muovendo per trovare una sede alternativa a quella attuale, anche attraverso il coinvolgimento e la disponibilità di un'azienda di Nera Montoro a fornire locali adeguati alle esigenze del Pes ed ai servizi che esso svolge. Auspichiamo – conclude Proietti - che i previsti sopralluoghi che dovranno svolgere gli addetti degli uffici tecnici comunali e i funzionari e dirigenti della Asl, al fine di accertare l’agibilità e la rispondenza tecnico funzionale dei locali della ex infermeria della Terni Chimica di Nera Montoro, diano esito positivo. Per conto nostro sollecitiamo la Asl 2 affinché prenda una posizione decisa, soprattutto orientata verso una rapida riapertura del distretto, garantendo ad una cospicua parte del territorio comunale ed ai suoi cittadini la presenza di questo importante servizio socio-sanitario per la sua funzione autentica e identificante”.
1/7/2014 ore 2:20
Torna su