Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narnia Festival: in arrivo grandi nomi della musica e dello spettacolo, si parte il 16 luglio
Tutto è pronto a Narni, per accogliere la seconda edizione del "Narnia Festival". Con la sua pacifica invasione di nomi eccellenti della musica e dello spettacolo e col suo seguito di talenti in erba provenienti da tutto il mondo. Come lo scorso anno, accanto agli oltre 40 corsi del Campus Internazionale di alto perfezionamento artistico, la seconda edizione del Narnia Festival offrirà anche un ricchissimo programma di spettacoli serali nelle sale più prestigiose e nei siti archeologici più suggestivi di Narni, eventi ed escursioni. I corsi copriranno vari strumenti, canto e danza, dal pianoforte al quartetto d’archi, dalla chitarra al flamenco, tango e musical di Broadway, sotto la guida di autorevoli docenti internazionali provenienti dalle più importanti universita’ del mondo, tra cui la Juilliard School di New York e il Mozarteum di Salisburgo. Nato da un’idea di Cristiana Pegoraro, pianista e compositrice, narnese doc volata a New York e da allora ambasciatrice dell’Italia nel mondo, per la sua concezione innovativa il Narnia Festival ha già riscosso un grande successo alla sua prima edizione. L’affascinante pianista e compositrice, reduce da una clamorosa tournée in Canada e da un acclamato concerto al Lincoln Center di New York davanti a duemila spettatori, è riuscita anche quest’anno a realizzare l’ambizioso progetto di un Festival in grado di richiamare attorno a sé le attenzioni del pubblico e della stampa internazionale. Nel comitato d’onore figurano infatti anche personaggi della cultura e dello spettacolo come il tenore Marcello Giordani, l’attrice Lisa Gastoni, il giornalista e conduttore Rai Massimo Giletti, la cantautrice Mariella Nava, il campione olimpionico Massimiliano Rosolino e la ballerina Natalia Titova, nonché il celebre regista Enrico Vanzina. L’inaugurazione è attesa per il prossimo 16 luglio, con l’apertura affidata allo strepitoso duo formato da Danilo Rea e Cristiana Pegoraro, intensi complici di un dialogo musicale tra musica classica e jazz. Nel corso del Festival, altre date saranno di imperdibile importanza: la serata del 18 luglio, dedicata alla musica da camera romantica, accanto a quella decisamente più intrigante del 20 luglio, intitolata "L'emigrante bandoneon", uno spettacolo di tango argentino con voce recitante, danza e quartetto con pianoforte. E ancora, la liturgia in Cattedrale a Narni, il 21 luglio alle 11 - con replica nel tardo pomeriggio nel meraviglioso Duomo di Orvieto, alla presenza del vescovo Mons. Tuzia - con l’esecuzione della Messa di Mozart ad opera di un trittico di cori e dell’Orchestra del Festival diretta da Lorenzo Porzio. Nel segno di un sapiente gioco di incastri tra rigorosa tradizione e instancabile gusto per l’innovazione è la serata del 22 luglio, quando nel Teatro Comunale di Narni andrà in scena la Playtoy Orchestra, una formazione in grado di fare musica con strumenti giocattolo. Il Festival entrerà tuttavia nella sua fase più calda il 23 e il 24 luglio, quando in due serate affini per intenti e per rimandi sarà esplorato, attraverso la musica, l’arte e la filosofia, il tema del ruolo della donna nella società, compresa la drammatica emergenza delle troppe violenze di cui la cronaca riferisce quasi quotidianamente. Il 23 luglio Maria Giovanna Farina, filosofa e consulente filosofico, presenterà al pubblico il suo nuovo libro “Ho messo le ali”, dedicato appunto all’universo femminile; e, dono nel dono, nel corso dell’incontro, regalerà uno scampolo della sua ispirata sensibilità anche la cantautrice Mariella Nava, signora della canzone italiana da sempre attenta alle sfumature dell’animo femminile, con canzoni a tema tratte dal suo ultimo Cd "Sanremo sì, Sanremo no”. La sera successiva, in Auditorium S. Domenico, saranno sette acclamate interpreti femminili provenienti dalle più disparate culture del mondo ad intessere, nel comune linguaggio della musica, un dialogo di pace e di condivisione. Capitanate dalla preziosa bacchetta di Lorenzo Porzio (sul podio dell’orchestra “L’armonica temperanza”), le soliste Nora Lee Garcia all’ottavino, Bhoiravi Achenbach e Paula Abdulla al violino, Blanca Asturiano, Sung-Suk Kang, Tomoko Nakai e Cristiana Pegoraro al pianoforte dipaneranno un affascinante viaggio sulle tracce dell’Europa primo settecentesca. Ospiti d’onore alla serata saranno, fra gli altri, Enrico Vanzina, Massimo Giletti, Massimiliano Rosolino, Natalia Titova. L’evento sarà registrato da Rai Uno e un servizio dedicato andrà in onda per la trasmissione di Rai Uno “Estate in diretta”. Il 25 luglio è in programma il concerto nella Narni sotterranea della cripta di S. Maria della Rupe, gioiello del XII secolo aperto per l’occasione alla musica. A concludere, gran finale con serate dedicate al flamenco – accese da Ginat Kalid, prima ballerina della Silvia Duran Flamenco Company e da Tali Roth alla chitarra - e gran galà in omaggio dei duecento anni dalla nascita di Verdi. A questa incredibile avventura non ha voluto mancare nemmeno l’ultima musa, quella del cinema: in occasione del concerto del 27 luglio che vedrà protagonisti docenti e allievi del campus, sarà proiettato il cortometraggio “Il violinista”, girato proprio a Narni dalla regista Emanuela Taschini. L’ingresso a tutti gli spettacoli sarà gratuito.
15/7/2013 ore 1:43
Torna su