Domenica 19/11/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:51
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni verso le elezioni: M5S e centrodestra pronti ad ufficializzare i loro candidati
Marzo è agli sgoccioli. La data delle elezioni comunali di Narni, dunque, si avvicina sempre di più. Di ufficiale non c'è ancora nulla, quindi è da capire se si voterà l'ultima domenica di maggio (28) o una delle prime due di giugno (4 o 11). In entrambi i casi i narnesi vivranno una edizione della "Corsa all'Anello" (24 aprile-14 maggio) in un'atmosfera speciale, con la città immersa nella campagna elettorale. Un pò come era accaduto nel 2012 ed in occasioni precedenti. Il candidato della coalizione del centrosinistra (Francesco De Rebotti, il sindaco uscente), è stato il primo a scendere in campo ed a presentare ufficialmente i rappresentanti dei partiti e delle liste civiche che lo sosterranno. In questa settimana sono previste altre presentazioni, che non sono state ancora ufficializzate. Al momento i candidati pronti a schierarsi ai nastri di partenza sono quattro: Francesco De Rebotti (Pd, Psi, SI, Lista De Rebotti e Insieme Possiamo), Gianni Daniele (Tutti per Narni), Eleonora Pace (Forza Italia, Fratelli d'Italia/An e Progetto Narni) e Luca Tramini per il M5Stelle. Ad onor del vero va tuttavia precisato che la candidatura della Pace non è stata ancora ufficializzata (sembra comunque essere questione di ore), e che quella di Luca Tramini è in attesa di ricevere l'ok da parte del Movimento nazionale dei 5 Stelle. Anche in questo caso, però, sembra che l'ufficializzazione della candidatura del giovane rappresentante pentastellato, sia alle viste. Non si hanno invece notizie ufficiali dalla sinistra "radicale", quella che si riconoscerebbe nel Partito di Rifondazione Comunista e nei Comunisti Italiani. Se questi partiti, ai quali verrebbe accostata anche una lista civica, dovessero decidere, come sembra, di correre da soli e con un proprio esponente, ecco che gli aspiranti candidati diventerebbero cinque, gli stessi del 2012. Oltre questo numero non si dovrebbe andare, perchè sembra improbabile che la Lega, che non avrebbe ancora sciolto il nodo riguardo alla propria decisione di allearsi per sostenere Eleonora Pace, decida di correre in proprio e di presentare un suo candidato.
28/3/2017 ore 3:45
Torna su