Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:35
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: venerdi 19 novembre al Beata Lucia conferenza sul tema "Adolescenti, le difficoltà educative di un'età difficile"
L’azienda pubblica di servizi alla persona “Beata Lucia” di Narni, con il patrocinio del Comune di Narni, organizza venerdi 19 novembre alle 15,30, presso la sala conferenze della stessa azienda in piazza Galeotto Marzio in Narni una conferenza sul tema “Adolescenti, le difficoltà educative di un’età difficile – Un nuovo impegno del “Beata Lucia” nella comunità”. Parteciperanno esponenti della comunità provinciale e regionale, a diverso titolo, impegnati su questi temi. "La conferenza - si legge in un comunicato - vuole essere un momento di conoscenza delle problematiche dell’adolescenza, uno spettro della situazione esistente sul territorio ed è per questo che interverranno relatori impegnati in diversi settori e ragazzi del Liceo Gandhi di Narni, che leggeranno considerazioni, idee dei ragazzi stessi. Insomma si vuole dare uno spaccato di questo mondo che è il più difficoltoso, dal punto di vista educativo, e che, spesso, condiziona tutta la giovinezza. Il Beata Lucia, con questa iniziativa, allarga il suo campo di intervento volendo dare un contributo alla crescita sociale di tutta la comunità di riferimento. In buona sostanza l’Azienda pubblica di servizi alla persona si rende disponibile a svolgere un ruolo attivo e di qualità nell’ambito della costruzione di interventi sociali moderni e di prevenzione. Un contributo anche culturale che riteniamo essenziale per la qualificazione dell’intervento sociale in un periodo di difficoltà economiche in cui tutto il sistema rischia di marcare il passo e di rispondere solo a logiche ragionieristiche di bilancio. Abbiamo sempre sostenuto che il problema del sociale non sono solo i finanziamenti ma sono anche e soprattutto la qualità degli interventi e la produzione di cultura sociale che è la linfa vitale di un sistema di servizi sociali. Dentro questo solco, tracciato con il primo piano sociale di zona, L’Azienda pubblica di servizi alla persona, unica con queste caratteristiche in Umbria, vuole lavorare per produrre cultura e servizi sociali di qualità. Con questa iniziativa il Beata Lucia - continua la nota - vuole anche delineare lo sviluppo sociale della comunità, guardando al domani, alla evoluzione di servizi che per la aumentata complessità della società e per l’entrata in scena di nuove problematiche connesse alla immigrazione o alla aumentata speranza di vita comporta un nuovo impegno sociale in grado di tradurre modernamente i nuovi bisogni. Ecco, il Beata Lucia vuole interpretare e dare un contributo a questo sviluppo, nell’ottica di una piena realizzazione di quanto previsto dalla legge di riforma dei servizi sociali 328/2000. Lo vuole fare non occupando spazi a scapito di altri ma lavorando in sinergia con i diversi soggetti per la traduzione moderna del sistema dei servizi nell’ottica di un nuovo Piano Sociale".
16/11/2010 ore 16:10
Torna su