Sabato 11/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: traffico di droga nel centro storico, cinque gli arresti, la cocaina venduta a consumatori insospettabili
I carabinieri l’hanno chiamata “Operazione Priori”, proprio perché i traffici di droga si svolgevano in prossimità dell’omonima piazza narnese. In pieno giorno, tra la gente; persino nei bar; convinti, forse, che così facendo sarebbero passati inosservati. Ma i carabinieri della stazione di Narni, coordinati dal maresciallo Tito Saveri, e quelli del nucleo operativo della compagnia di Amelia, non si sono lasciati ingannare da certi comportamenti apparentemente “normali” e dopo una fitta serie di pedinamenti, hanno deciso di intervenire, facendo scattare le manette ai polsi di cinque persone. Si tratta di due narnesi, entrambi molto noti in città, (uno di 44 anni e l’altro di 45 anni) e tre albanesi, due dei quali (uno di 28 e l’altro di 25 anni) residenti a Narni ed uno (19 anni) domiciliato a Terni. Il capo di imputazione parla di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; reato commesso in concorso tra i due narnesi e i due stranieri di 19 e 28 anni. L’operazione non ha riguardato solo lo spaccio di cocaina ma anche un giro di prostituzione gestito da due degli albanesi (il 19enne ed il 25enne), che si avvalevano della collaborazione di due donne rumene: una di 23 (residente a Spoleto) e l’altra di 33 anni, residente a Terni. Sarebbe stata quest’ultima a prostituirsi nottetempo in alcune vie dal capoluogo, mentre la più giovane, assieme ai due stranieri, avrebbe avuto un ruolo di “coordinatrice”, che fruttava loro diverse centinaia di euro al giorno. Lo sfruttamento della prostituzione sarebbe andato avanti nei due mesi a cavallo tra maggio e giugno del 2010. Estranei, a questo tipo di attività sono invece i due narnesi che, con la complicità degli albanesi, si occupavano esclusivamente di spacciare la cocaina in piazza e nelle strade del centro storico di Narni. I carabinieri hanno scoperto che il giro di clienti era molto vasto e nella lista figuravano personaggi locali, tutti più o meno noti, di varia estrazione sociale: dal professionista all’operaio, allo studente. L’arresto delle persone coinvolte è avvenuto all’alba di martedì mattina e non è passato inosservato, perché a quell’ora c’è già qualcuno in giro a cui non è sfuggito il viavai di militari in piazza dei Priori. Il 45enne era già stato arrestato nel giugno del 2010 per lo stesso reato; dopo alcuni giorni di carcere aveva ottenuto gli arresti domiciliari poi era tornato in libertà. Uno degli albanesi è stato sorpreso in casa della 33enne rumena, nei pressi di via dello Staino a Terni, un altro è stato trovato nella sua casa del centro storico di Narni, mentre il terzo si era trasferito da un paio di giorni a Massa Carrara, dove i carabinieri lo hanno rintracciato in un cantiere dove aveva appena cominciato a lavorare. Nei confronti della 23enne rumena il Gip ha emesso la misura cautelare di divieto di dimora a Terni. Mentre quattro degli arrestati sono stati accompagnati in carcere, tre a Sabbione ed uno a Massa Carrara; all’albanese di 25 anni il Gip ha concesso gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Narni.

10/2/2011 ore 1:48
Torna su