Venerdì 20/10/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, tombini in tilt quando piove forte, la Lega attacca, il Comune si difende: "manutenzione in regola"
Strade invase da veri e propri "torrenti" di acqua in occasione di violenti nubifragi. Uno scenario che si ripete spesso nel centro storico di Narni, al punto da accendere la protesta di molti cittadini. Sulla questione interviene la Lega Nord che ricorda come "dal mese di febbraio 2016 avevamo segnalato l’intasamento dei tombini per la raccolta dell’acqua piovana in alcune zone del centro storico a Narni, con pericolo di allagamento in caso di piogge consistenti e situazioni di disagio per veicoli e pedoni". "Oggi - si legge in una nota firmata da Cancelli e Spezzi della Lega Nord Narni -, la situazione nell’intero comprensorio narnese, non sembra essere cambiata. Solo pochi giorni fa, infatti, in seguito ad un temporale, alcune vie del centro storico si sono trasformate in un 'fiume' in piena. Emblematica la foto che mostra la grande quantità di acqua che da via XX Settembre si è rovesciata su piazza Garibaldi. L’assenza di manutenzione dei tombini di raccolta - continuano gli esponenti della Lega -, sembra essere una caratteristica diffusa nell’intero territorio narnese. Dal centro storico allo Scalo, passando per le frazioni, ci si chiede che cosa potrebbe accadere in caso di violenti nubifragi. A che è servito ai cittadini narnesi pagare negli ultimi anni quasi 40mila euro di tasse destinate alla pulizia delle caditoie con la raccolta fanghi di risulta, se poi questo servizio non viene effettuato con regolarità? Si attende. forse, il verificarsi del problema prima di procedere ad ordinarie pratiche di manutenzione? Sarebbe interessante conoscere dall’Amministrazione comunale cosa è stato fatto sino ad oggi per risolvere questi problemi – concludono Cancelli e Spezzi –, che cosa si intende fare e con quali tempistiche, per ovviare a questa problematica, al fine di prevenire seri disagi per la popolazione". Decisa la risposta da parte degli uffici comunali. "La pulizia dei tombini - spiegano - viene fatta due volte l'anno. Il nubifragio che si è abbattutto su Narni qualche giorno fa è stato un evento straordinario con una quantità d'aqua caduta in pochi minuti, pari a quella che cade in un mese. E' ovvio che in situazioni di questo tipo il sistema fognario non ce la faccia a ricevere tutta quell'acqua che si riversa nelle strade".
28/7/2017 ore 2:49
Torna su