Domenica 21/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:09
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: sull'Ici ancora puntualizzazioni, secondo il Pri "la delibera della Giunta va revocata"
Sta diventando una sorta di romanzo a puntate la vicenda riguardante le aliquote dell’Ici da applicare sulle aree fabbricabili. Sono ancora i repubblicani a tornare sull’argomento. “Il rapporto tra Comune e contribuente deve essere improntato su criteri di pari dignità e ragionevolezza da parte dell’Ente nell’applicare le normative e non su sistemi a volte vessatori che pongono il cittadino nel ruolo di ‘suddito’ che deve subire comportamenti spesso sbagliati e che contrastano con le normative vigenti. La sentenza della Suprema Corte di Cassazione N° 21644 del 13/10/2004 afferma che la normativa vigente stabilisce che l’Ici sulle aree fabbricabili è dovuta solo quando ci sia l’effettiva ed immediata possibilità di edificare con intervento diretto e senza attendere ad esempio l’approvazione dei piani attuativi; se così non fosse, sostiene la Corte, ci troveremo di fronte ad una imposta patrimoniale e non ad una imposta sul reddito prodotto dalla plusvalenza determinata dal passaggio di quel terreno da agricolo ad edificabile. Alla luce di tale sentenza-conclude il consigliere repubblicano-la deliberazione della Giunta Municipale N° 373 del 13/12/2004, che individua il valore di trasformazione per le aree edificabili soggette all’Ici per il periodo che va dal 1/4/2004 al 31/12/2004, andrebbe revocata a mio giudizio in toto o almeno modificata”.
15/1/2005 ore 15:15
Torna su