Martedý 23/07/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: siringhe abbandonate nella zona del Montagnone, i cittadini di Santa Lucia sono preoccupati e chiedono aiuto al Comune
Torna l'incubo della droga a Narni. Decine di siringhe sono state trovate nella zona del Montagnone, a poca distanza dalle case del quartiere di Santa Lucia. A dare l'allarme sono stati alcuni cittadini preoccupati dal viavai che si registra nella zona appena si fa buio, ma soprattutto dalle tante siringhe abbandonate sparse in un vasto raggio. La zona del Montagnone fino a qualche anno fa era curatissima: c'era un grande ristorante che richiamava centinaia di persone anche da lontano e le stradine intorno erano meta di passeggiate ed escursioni da parte di tanta gente. Da quando per˛ l'ultima gestione del ristorante ha dato forfait e la struttura Ŕ caduta nel degrado, anche la zona circostante Ŕ stata abbandonata diventando terra di nessuno. Nei viottoli che si arrampicano sulla collinetta di Pozzo Verde Ŕ possibile trovare di tutto: da decine di bottiglie di birra vuote, lattine, profilattici, vecchi bidoni in metallo, buste di plastica e altri rifiuti; ma soprattutto siringhe, gran parte delle quali nascoste dalle foglie di quercia. Una traccia inequivocabile che testimonia il passaggio di tossicodipendenti che vanno a nascondersi dietro a quei boschetti per iniettarsi la droga. Alcune siringhe si trovano anche nel piazzale di fronte all'ex ristorante, in uno spazio aperto, a poche passi dalla stradina che conduce a Ponte Cardona, segno evidente che chi di notte va da quelle parti per bucarsi non sempre va a nascondersi nel bosco. I carabinieri di Narni Centro dicono che controllano assiduamente le strade intorno al quartiere di Santa Lucia, ma affermano di essere all'oscuro di eventuali traffici, mentre il sindaco Stefano Bigaroni promette immediati interventi di bonifica di tutta la zona. Resta l'allarme droga che ripropone una triste realtÓ che Narni ben conosce e che dagli anni settanta ad oggi Ŕ costata la vita a decine di giovani vite stroncate proprio dall'eroina.
4/1/2007 ore 15:52
Torna su