Venerdì 18/08/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:22
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: sindaco e parroco si incontrano, ma non parlano della questione delle chiese "in affitto"
Il sindaco e il parroco si sono incontrati, per parlare di monumenti e chiese. Questa la prima notizia. La seconda è che non si capisce quale sia stato l'elemento principale venuto fuori dall'incontro. Ovvero se la questione dei "canoni di affitto" chiesti da don Angelo D'Andrea per dare in uso ai narnesi le chiese cittadine in occasione di eventi storico-folcloristici-culturali, sia stata chiarita, oppure no. E siccome il prete, in una nota inviata a Ente Corsa all'Anello ed al Comune, aveva annunciato che a partire dal mese di settembre 2012, sarebbe scattato il 'tariffario', gli interessati (associazioni in primis), vorrebbero sapere quanto costa "affittare" il duomo o qualche altra chiesa e con quali modalità. Insomma, l'incontro che c'è stato nei giorni scorsi tra il sindaco Francesco De Rebotti ed il parroco di Narni don Angelo D'Andrea, sembrerebbe non aver chiarito affatto questo punto che era (e resta) molto delicato. "I due si sono visti - sai legge in una nota diffusa dal Comune - per affrontare insieme un tema molto importante per la città ossia la valorizzazione del patrimonio storico, culturale civile e religioso. Amministrazione comunale e Parrocchia sono proprietari della quasi totalità dello straordinario patrimonio cittadino e pertanto intendono rafforzare la collaborazione sul fronte della sua conservazione e della sua valorizzazione per renderlo sempre più fruibile, ma in modo sicuro e in rete. Si prosegue perciò - è scritto nel comunicato - un lavoro già iniziato in passato e che ha portato tra le altre cose a ottimi risultati sul fronte della messa a sistema del patrimonio archivistico e librario dei due enti. La crescita in qualità e quantità delle attività culturali e degli eventi che ormai caratterizzano Narni nel corso dell'intero anno, e che si svolgono in gran parte nei teatri, nelle chiese, nei palazzi della nostra città, richiedono una organizzazione, una gestione e una regolamentazione, come del resto già avviene per il patrimonio pubblico, nell'utilizzo dei siti di pregio per salvaguardane le strutture storiche e i tesori artistici che contengono senza limitarne la fruizione. Sindaco e Parroco passeranno ora il lavoro nelle mani dei tecnici di Comune e Parrocchia che analizzeranno il tema ed elaboreranno una proposta di accordo".
4/9/2012 ore 1:30
Torna su