Lunedì 21/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni Scalo: sabato 1 ottobre al Parco dei Pini settimo Campionato Italiano di Kubb
Domani pomeriggio (sabato 1 ottobre), a partire dalle 14,30, presso gli impianti sportivi di Narni Scalo, in prossimità di piazza Rossellini, si svolgerà il 7° Campionato Italiano di Kubb, un antico gioco vichingo che nella zona è stato introdotto alcuni anni fa, con inaspettato successo, dagli animatori della Ludoteca Comunale di Narni. Dalle 14,30 sul grande prato del campo di atletica leggera si sfideranno 13 squadre, di tre giocatori ciascuna, provenienti da diverse regioni italiane. Ai nove team provenienti da Firenze, Rimini, Spilimbergo (Udine), Bergamo, Valpolicella (Verona) e Padova si sono aggiunte infatti quattro squadre selezionate nella zona umbro-laziale grazie a tre tornei interprovinciali svoltisi tra giugno e settembre. Parteciperà al turno preliminare di qualificazione alla fase finale del campionato italiano la squadra di diciottenni “Kubbab for breakfast” di Orte che se la vedrà con la compagine di Padova “Non kubb ma Parallelepi-Pd”. Sono già nel tabellone della fase finale i team locali: “Vefamoilkubb” di Narni, “Autan” di Orte e “Le kubbe per caso” di Fornole, una squadra, quest’ultima, tutta al femminile, composta da tre agguerritissime giovani mamme (Tamara, Eleonora e Agnese) vincitrici del torneo, con 14 squadre formate da bambini, ragazzi, genitori e nonni, svoltosi al Parco San Silvestro lo scorso 24 settembre. Lo spirito ludico, spensierato e aggregante del kubb è ben testimoniato dai nomi ironici e spiritosi delle squadre, ma anche dalla semplicità con la quale è stato possibile organizzare una manifestazione nazionale che può svolgersi in qualsiasi luogo e su qualsiasi superficie. Grazie all’amichevole collaborazione dell’A.S.D. Avis Narni, tutte le partite del campionato saranno disputate nell’area verde di Narni Scalo e, in caso di maltempo, le gare potranno eventualmente giocarsi all’interno del Pala Avis. Il Kubb ha una storia millenaria, storicamente, il gioco ha avuto origine sull'Isola di Gotland (la più grande isola svedese del Mar Baltico), era un passatempo molto diffuso all'epoca dei Vichinghi, durante le feste o semplicemente per divertirsi dopo le battaglie. Durante il Medio Evo, si giocava con dei "Vedkubbar" ("legno tagliato" in svedese), da cui proviene il nome Kubb, che significa "mattoncino di legno". Il gioco, il cui principio è molto semplice e quindi si impara rapidamente, rappresenta un campo di battaglia, con i due fronti composti ciascuno da 5 soldati che si affrontano e lottano per il re. Lo scopo del gioco è colpire con dei bastoni tutti i kubbs della squadra avversaria e in seguito far cadere il re. Grazie alla lega anseatica (una confederazione di mercanti tedeschi attiva nel Mare del Nord e nel Mar Baltico, fino alle Fiandre), durante il XIV secolo il gioco si è diffuso rapidamente in Germania, Francia e Inghilterra. Purtroppo, è poi praticamente sparito negli ultimi secoli, ma è riapparso in Svezia durante l'estate del 1995 e sta tuttora riscuotendo un gran successo popolare al punto che ogni anno a Gotland in Svezia si svolge il campionato mondiale. Dopo Città di Castello, Siena, Parma, Ravenna e Verona il campionato nazionale si disputerà sabato prossimo a Narni Scalo grazie a un gruppo di ragazzi e adulti che, volontariamente, hanno saputo attivarsi per trascorrere delle belle giornate di sano divertimento. Il presidente dell'Associazione GiocOvunque, Giovanni Lumini, che coordina le attività del Gruppo Italiano Kubb, ha detto che “siamo contenti e grati a Narni, per l'ospitalità concessa al nostro 7° Campionato Italiano di Kubb. Finalmente scendiamo un pò più a sud con il campionato, e questo per noi è fondamentale al fine di diffondere questo gioco in tutta Italia. Desidero ringraziare Paolo, Beatrice, Egidio, Marco, Stefano, e Daniela per il lavoro fatto e per aver fatto conoscere a una gran massa di persone, fra il ternano e il viterbese, la pulce del Re Kubb".
30/9/2011 ore 12:46
Torna su